Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appuntamento con il jazz sabato 11 gennaio

PIPE DREAM AL CSC DI SAN VITO

Avanguardia e sperimentazione con Hank Roberts


SAN VITO DI LEGUZZANO - Al Centro Stabile di Cultura sabato 11 gennaio ore 20.30 va in scena la musica d’avanguardia di Pipe Dream, frutto della collaborazione internazionale tra Hank Roberts (violoncello e voce) e quattro tra i musicisti più creativi della nuova scena italiana, Pasquale Mirra (vibrafono), Zeno De Rossi (batteria), Giorgio Pacorig (pianoforte e fender rhodes) e Filippo Vignato (trombone).
L’omonimo album, ‘Pipe Dream’, è stato acclamato dalla critica italiana ed internazionale e segnalato come una delle migliori uscite dell’anno secondo i referendum di Radio 3 Rai, All About Jazz ed il Giornale della Musica. Questo disco, che unisce atmosfere cameristiche, echi africani, new music e folk-rock statunitense, è stato definito da Neri Pollastri di All About Jazz “un disco superlativo, tra i migliori dell’anno, assolutamente da non perdere” ed è stato inserito al secondo posto tra i ‘Dischi dell’anno’ nella classifica di Top Jazz.
La band si afferma sin dal suo primo debutto sulle scene nell’autunno 2017 toccando i più importanti festival italiani tra cui NovaraJazz, Jazz&Wine of Peace, Crossroads, Teatro La Fenice, Fano Jazz e molti altri.
Con oltre trent’anni di carriera alle spalle, Hank Roberts ha saputo dare vita ad una conversazione musicale originale, fatta di improvvisazione, note contemporanea e sapori folk-rock.