Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Adescava le ragazzine della squadra di calcio

ALLENATORE A PROCESSO PER AVER AVUTO RAPPORTI SESSUALI CON DUE MINORENNI

Il pm chiede 2 anni per l'allenatore del Futsal Giorgione


LORIA - Due anni di carcere per l’allenatore del Futsal Giorgione, accusato di aver adescato tre minorenni e di aver avuto rapporti sessuali con due di loro. L’imputato, Peter Priamo, di Loria, allenava nella squadra di calcio e intratteneva rapporti inappropriati con le sue allieve: due trevigiane e una veneziana. E l’inchiesta era partita proprio dalla chat che aveva con quest’ultima, scoperta dalla mamma della ragazzina. La minore aveva mandato al suo allenatore una sua foto senza veli. Priamo aveva ammesso i fatti e risarcito le famiglie con una somma complessiva di 11 mila euro, ma per il Gup non è abbastanza, anche perché oltre ad aver adescato le minorenni e aver intrattenuto rapporti sessuali con loro, Priamo era anche in possesso di materiale pedo pornografico: al momento della perquisizione nel suo computer sono state trovate foto hard di ragazzine minorenni. Il processo è passato al Gup Gilberto Stigliano e Priamo ha scelto il rito abbreviato. La sentenza è fissata per il 4 febbraio.