Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Adescava le ragazzine della squadra di calcio

ALLENATORE A PROCESSO PER AVER AVUTO RAPPORTI SESSUALI CON DUE MINORENNI

Il pm chiede 2 anni per l'allenatore del Futsal Giorgione


LORIA - Due anni di carcere per l’allenatore del Futsal Giorgione, accusato di aver adescato tre minorenni e di aver avuto rapporti sessuali con due di loro. L’imputato, Peter Priamo, di Loria, allenava nella squadra di calcio e intratteneva rapporti inappropriati con le sue allieve: due trevigiane e una veneziana. E l’inchiesta era partita proprio dalla chat che aveva con quest’ultima, scoperta dalla mamma della ragazzina. La minore aveva mandato al suo allenatore una sua foto senza veli. Priamo aveva ammesso i fatti e risarcito le famiglie con una somma complessiva di 11 mila euro, ma per il Gup non è abbastanza, anche perché oltre ad aver adescato le minorenni e aver intrattenuto rapporti sessuali con loro, Priamo era anche in possesso di materiale pedo pornografico: al momento della perquisizione nel suo computer sono state trovate foto hard di ragazzine minorenni. Il processo è passato al Gup Gilberto Stigliano e Priamo ha scelto il rito abbreviato. La sentenza è fissata per il 4 febbraio.