Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mom contesta la versione della ragazza

"DOPO L'INCIDENTE SI E' RIALZATA"

Studentessa investita da un bus a Castelfranco


CASTELFRANCO - Dopo la denuncia per aver investito una 17enne, l’autista MOM, un 55enne di Montebelluna si difende: “La ragazza non si trovava in corrispondenza delle strisce pedonali, e non stava guardando la strada poiché intenta ad utilizzare il suo cellulare. Dopo il sinistro si è rialzata”. L’incidente è avvenuto il 3 ottobre scorso a Castelfranco, e secondo la ricostruzione di MOM, la studentessa avrebbe tentato l'attraversamento di via Podgora. L'autista, accortosi del pericolo, ha frenato e azionato il clacson ma la studentessa, che probabilmente indossava gli auricolari, non ha sentito. Il mezzo procedeva a bassissima velocità, ma non ha potuto evitare di urtare lievemente il pedone. “La giovane è caduta a terra, ma si è subito rialzata”, ha dichiarato l’autista. Nella relazione il conducente afferma di essere sceso dal bus per fornire il proprio aiuto, ma la ragazza, nel frattempo, si era già allontanata spontaneamente con altre compagne. Nella stessa giornata la famiglia si era rivolta al servizio Clienti MOM che ha dato tutta l'assistenza necessaria. La ragazza era andata in pronto soccorso ed era stata dimessa con una prognosi iniziale di 6 giorni, poi evidentemente prolungata a 40 giorni. MOM dichiara di essere a completa disposizione degli inquirenti affinché si giunga con celerità all'accertamento dei fatti e ha già avviato la relativa pratica assicurativa.