Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mom contesta la versione della ragazza

"DOPO L'INCIDENTE SI E' RIALZATA"

Studentessa investita da un bus a Castelfranco


CASTELFRANCO - Dopo la denuncia per aver investito una 17enne, l’autista MOM, un 55enne di Montebelluna si difende: “La ragazza non si trovava in corrispondenza delle strisce pedonali, e non stava guardando la strada poiché intenta ad utilizzare il suo cellulare. Dopo il sinistro si è rialzata”. L’incidente è avvenuto il 3 ottobre scorso a Castelfranco, e secondo la ricostruzione di MOM, la studentessa avrebbe tentato l'attraversamento di via Podgora. L'autista, accortosi del pericolo, ha frenato e azionato il clacson ma la studentessa, che probabilmente indossava gli auricolari, non ha sentito. Il mezzo procedeva a bassissima velocità, ma non ha potuto evitare di urtare lievemente il pedone. “La giovane è caduta a terra, ma si è subito rialzata”, ha dichiarato l’autista. Nella relazione il conducente afferma di essere sceso dal bus per fornire il proprio aiuto, ma la ragazza, nel frattempo, si era già allontanata spontaneamente con altre compagne. Nella stessa giornata la famiglia si era rivolta al servizio Clienti MOM che ha dato tutta l'assistenza necessaria. La ragazza era andata in pronto soccorso ed era stata dimessa con una prognosi iniziale di 6 giorni, poi evidentemente prolungata a 40 giorni. MOM dichiara di essere a completa disposizione degli inquirenti affinché si giunga con celerità all'accertamento dei fatti e ha già avviato la relativa pratica assicurativa.