Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Signora malata senza cure

NESSUNA FARMACIA DI TURNO A FELTRE

La difficoltà per anziani e malati di reperire i farmaci


BELLUNO - Non c’era nessuna farmacia di turno a Feltre nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, e una 65enne malata ha dovuto rinunciare alle medicine.
La farmacia più vicina aperta si trova a 8 km, impossibili da raggiungere per chi non lei che non guida. E così è rimasta senza cure questa donna che soffre di una grave forma di reumatismi, in una cittadina che comunque conta 22mila abitanti. Diversi i motivi per cui non c’erano farmacie di turno quella sera, a partire dal fatto che erano pochi gli accessi notturni, e poi c’è la questione dei tagli: di solisti i turni li fanno i titolari, perché costa troppo pagare i dipendenti che facciano la notte. Questa la risposta di Federfarma, e per le urgenze, bisogna andare in ospedale, sempre se si trova un passaggio in auto.