Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Avvicinare i bambini all'arte

LE ATTIVITĄ DEL MUSEO PER I PIŁ PICCOLI

Le proposte didattiche dei musei civici di Treviso


TREVISO - Nuove attività didattiche ai Musei Civici fra percorsi e atelier per grandi e piccini. Parte domani, sabato 11 gennaio, con “In viaggio a braccetto con Arturo e Gino” il progetto “Prenotato alle quattro”, proposto per il 2020 dal Comune di Treviso insieme a Coopculture (la coordinatrice è Ilaria Simeoni) per avvicinare alla cultura e agli ambienti museali i bambini, anche grazie alle importanti collaborazioni con Gli Alcuni, con l’illustratrice per l’infanzia Chiara Tronchin e Nicoletta Biondo di ConservArte. Tutti i sabati pomeriggio ci sarà un operatore didattico pronto a soddisfare ogni curiosità e a far scoprire le meraviglie dei musei: visite a tema, laboratori e la grande novità delle visite dedicate a tutta la famiglia per vivere insieme l’esperienza al museo.
I “percorsi per tutti”, al Museo Bailo, della durata di 60 minuti proseguiranno il 1 febbraio, sempre al Bailo, con “Tutte le donne del Museo” (storie, racconti e visi da scoprire) e l’8 febbraio al Museo di Santa Caterina “Un pomeriggio insieme a Ludovico Pozzoserrato”. Il ciclo di appuntamenti si concluderà il 14 marzo con “Di Fili intessuti d’oro”, una passeggiata tra fili d’oro.
Ci saranno inoltre “Attività per Famiglie” che partiranno il 25 gennaio con “Da grande voglio fare il restauratore”, piccolo workshop dedicato a grandi curiosi (per bambini da 7 a 12 anni) a Santa Caterina. Si proseguirà sempre a Santa Caterina il 15 febbraio con “Ma lo sapete chi erano i veneti?”, dedicato ai ritrovamenti speciali e un alfabeto tutto da decifrare (dai 5 agli 8 anni) e il 21 marzo al Museo Bailo con “Zerotre, cu-cù è primavera!” (da 1 a 3 anni), in programma al Museo Bailo.
Infine l’”Atelier per Bambini” (90 minuti, biglietto 5 euro) che partirà l’8 febbraio a Santa Caterina con “Lodovico Pozzoserrato dal generale al particolare” (per bambini da 5 a 10 anni), il 15 febbraio “Al Museo Bailo con Portatile dei Mini cuccioli! (da 4 a 6 anni), il 29 febbraio sempre al Bailo con Pittura e Luce, arte e architettura (dagli 8 agli 11 anni). Il 7 marzo, a Santa Caterina, ci sarà invece “Impariamo a scrivere una lettera capitolare” (da 7 a 12 anni) e il 28 marzo, nella Chiesa di Santa Caterina, “Ascoltiamo la storia di Orsola, principessa bellissima (dai 5 agli 8 anni).
Ma le novità non finiscono qui: da quest’anno ci sarà la possibilità di festeggiare il proprio compleanno al museo e di effettuare visite su misura per tutte le scuole di ordine e grado. Infatti, accanto alla proposta per la fruizione libera, ci sarà sempre la possibilità di prenotare una visita didattica o un laboratorio per le scuole e le visite in orario o fuori orario per il pubblico adulto.
Inoltre, continuano le visite alla grande mostra “Natura in Posa – Capolavori dal Kunsthistorisches Museum in dialogo con la fotografia contemporanea”, con una didattica inclusiva e pensata per il pubblico dei più piccoli che sta contando già più di 250 classi prenotate.