Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato per maltrattamenti alla compagna

FELICE MANIERO RINVIATO A GIUDIZIO

Il legale dell'ex boss sceglie il dibattimento


VENEZIA - Il gip del tribunale di Brescia Alessandra Sabatucci ha rinviato a giudizio Felice Maniero, l'ex boss della Mala del Brenta in carcere da ottobre scorso con l'accusa di maltrattamenti fisici e psicologici sulla compagna.
Il legale di Maniero, che non era presente in aula, ha scelto il dibattimento, che inizierà il prossimo 14 febbraio. Dal giorno dell'arresto ad oggi per quattro volte - due il gip e altrettante il Riesame - è stata negata la scarcerazione a Maniero che abitava da tempo a Brescia con una nuova identità.
"Abbiamo preferito il dibattimento per evitare di elemosinare sconti di pena perché siamo convinti che la sede dibattimentale sia quella preposta per verificare le accuse" ha commentato l'avvocato Luca Broli.