Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'appello dell'Ulss 2: "C'è ancora tempo per assumere la protezione"

INFLUENZA, NELLA MARCA IL 5% IN PIÙ DI VACCINATI

Nell'ultima settima 2.500 ammalati: "Tasso inferiore alla media nazionale"


TREVISO - Aumentano le persone vaccinate contro l’influenza nella Marca. Dall’inizio della campagna 2019-20, l’11 novembre scorso, l’Ulss 2 ha distribuito 133mila dosi di vaccino: 120mila sono state consegnate a medici di famiglia, case di riposo e reparti ospedalieri, altre 13mila sono state somministrate direttamente dai centri di igiene e sanità pubblica dell’azienda sanitaria.
La copertura vaccinale, calcolata sugli ultra 65enni, raggiunge il 60%: cinque punti percentuali in più della scorsa stagione.
“Sono soddisfatto di questi dati e ringrazio soprattutto i medici di medicina generale che, con le loro 110mila dosi somministrate su tutto il territorio provinciale, hanno svolto la parte più consistente di lavoro preventivo a favore dei propri assistiti – commenta il direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana, Francesco Benazzi –. Un ringraziamento particolare va anche alla Regione, per la campagna di comunicazione voluta a supporto della campagna, e a tutti i nostri Sindaci che, quest’anno, si sono resi disponibili per fare i testimonial della campagna, con una vaccinazione collettiva. Auspico – aggiunge Benazzi - che l’incremento di copertura registrato nella nostra Ulss si rifletta in una curva epidemica più contenuta rispetto allo scorso anno, con conseguenti minori accessi al Pronto Soccorso, ai Reparti Ospedalieri e agli ambulatori del territorio e, non ultimo, con minori decessi e casi complicati. Considerato che il picco di malattia è atteso tra qualche settimana invito coloro che ancora non l’hanno fatto, a procedere con la vaccinazione. Il mio invito è rivolto soprattutto agli over 65 e ai soggetti con meno di 65 anni, compresi i bambini, affetti di patologie croniche con maggior rischio di influenza complicata”.
Il picco dell’influenza è atteso tra fine gennaio e i primi di febbraio. Serve un paio di settimane per sviluppare gli anticorpi: dunque chi non l’ha già fatto è ancora in tempo per vaccinarsi.
Nell’ultima settimana sono circa 2.500 i casi di ammalati curati a domicilio. 46, invece, le persone ricoverate da settembre ad oggi perché colpite da forme influenzali.
L’incidenza stimata della patologia è in linea con quella su scala veneta, pari a 2,75 casi ogni mille abitanti, a sua volta nettamente al di sotto della media nazionale del 3,73 per mille. “Ciò potrebbe essere correlato ad un ritardo del picco di malattia oppure a una migliore performance della campagna vaccinale attivata”, sottolinea il dottor Sandro Cinquetti direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Ulss 2.
Finora, nel territorio dell’Ulss trevigiana, si è registrato un unico caso con complicanze gravi: quello di una 60enne, affetta da una patologia polmonare cronica che non si era vaccinata. Curata, la signora ora sta bene.