Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nei guai 30enne di Dolo e la passeggera in auto con lui

ALLA GUIDA SENZA AVER MAI PRESO LA PATENTE, DICHIARA UN NOME FALSO

Fermato dalla Polizia a Treviso nella notte


TREVISO - Guidava senza aver mai conseguito la patente. E alla Polizia che l’ha fermato a Treviso ha dichiarato un nome falso.
A finire nei guai un trentenne di Dolo, nel veneziano. La scorsa notte, intorno alle 3.30 percorendo con la sua auto viale Brigata Marche, nella primissima periferia cittadina, alla vista della Volante della Polizia ha svoltato improvvisamente in via Rota dirigendosi verso il centro. La manovra ha insospettito gli agenti: partita la segnalazione, un’altra pattuglia ha intercettato e bloccato poco dopo la Renaul Megane in viale Cairoli.
L’uomo alla guida, privo di documenti al seguito, ha asserito di chiamarsi Alex F. e di essere originario di Dolo. Nel frattempo dalla Sala operativa avevano trasmesso ai colleghi la foto corrispondente al nome fornito. La quale non era però quella del soggetto fermato. Così il conducente e la donna che era con lui in auto sono stati portati in Questura per ulteriori accertamenti. E qui è emerso che, oltre ad avere fornito generalità fasulle, l’automobilista in realtà non aveva mai preso la patente. Anche la passeggera, una trentenne trevigiana, è stata controllata: in una tasca interna del suo giubbotto i poliziotti hanno trovato la carta d’identità del suo amico. Per questo motivo i due sono stati denunciati per concorso in false attestazioni a pubblico ufficiale. L’uomo, inoltre, è stato anche sanzionato per guida senza patente e per altre numerose violazioni al codice della strada per un totale di 5.370 euro.