Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incontro venerdì 17 gennaio

ANTONIO PADELLARO A PIEVE DI SOLIGO

Il notista del Fatto Quotidiano a "Pieve Incontra"


PIEVE DI SOLIGO - È uno dei pilastri del giornalismo italiano. Per vent’anni al Corriere della Sera, direttore dell’Unità, vicedirettore dell’Espresso e tra i fondatori del Fatto Quotidiano, di cui è stato direttore, Antonio Padellaro è il prossimo ospite di “Pieve Incontra”, la rassegna culturale organizzata e sostenuta dal comune di Pieve di Soligo, con il prezioso contributo del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG. Padellaro presenterà il suo ultimo libro, Il gesto di Almirante e Berlinguer.
Un saggio che contiene molto di più degli incontri segreti tra i leader di Msi e Pci. È uno spaccato dell’Italia sul finire degli anni Settanta, un paese dilaniato dal terrorismo e ancora stordito dalla morte di Aldo Moro.
Il giornalista e scrittore racconta dei colloqui fra Giorgio Almirante ed Enrico Berlinguer, avvenuti all’ultimo piano di Montecitorio fra il 1978 e il 1979: “Sappiamo che ci sono stati – spiega il notista del Fatto - ma non è trapelato alcunché sui contenuti, possiamo fare solo ipotesi.
I due leader stabilirono che dei colloqui non si sapesse nulla per gli stessi motivi che li resero necessari: gli opposti estremismi che mietevano vittime. Bisognava vedersi, scambiarsi informazioni, lavorare per svelenire il clima ideologico e recuperare qualche errore commesso”.
Il libro offre, e non solo tra le righe, preziosi spunti di riflessione; le sue pagine acquistano il sapore e la lucidità della ricostruzione attenta dei fatti e delle ragioni che resero possibile gli incontri fra Almirante e Berlinguer, i quali evidentemente cominciarono a pensare che gli assassini, rossi o neri, avrebbero aspettato al varco anche loro “com’era avvenuto per Aldo Moro”. Entrambi erano nel mirino del terrorismo e Berlinguer aveva già subito un attentato il 3 ottobre 1973 in Bulgaria.
L’incontro con Antonio Padellaro, che si terrà venerdì 17 gennaio a partire dalle ore 20.45 presso l’auditorium della biblioteca Battistella Moccia di Pieve di Soligo, segue quelli con Giuliana Sgrena e con Sammy Basso.     
A “Pieve Incontra” il giornalista e scrittore analizzerà un periodo storico che ha lasciato il segno, ma sarà pure l’occasione per una disamina sull’attuale momento politico e sui politici che affollano lo scenario italiano e internazionale. Condurrà la serata, a ingresso libero fino a esaurimento dei posti, la giornalista Adriana Rasera. Diego Berti