Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Termina la fuga di Mohamed Barbri

TROVATO A MADRID IL MARITO DI SAMIRA

Fermato dalla polizia spagnola, in avvio l'estradizione


PADOVA - Dopo 13 giorni di latitanza termina la fuga di Mohamed Barbri, marito di Samira El Attar, il principale indiziato per il suo delitto. L’uomo era fuggito senza lasciare traccia, e grazie ad un controllo della Guardia Civil spagnola, è stato fermato e identificato a Madrid. Una fuga che fa chiaramente pensare possa essere stato lui ad uccidere la donna, scomparsa il 21 ottobre scorso. L’indagine prosegue, in una vicenda dove non è ancora stato trovato il cadavere, né l’arma del delitto.
Il movente? Dalle testimonianze pare che Samira volesse lasciare l’uomo, e se ne sarebbe andata con la figlia, la quale percepisce una piccola indennità. I soldi quindi potrebbero essere un movente abbastanza valido. E la fuga è un indizio di colpevolezza. Il fatto che non siano state trovate tracce di sangue ha subito fatto pensare che Samira siamorta per strangolamento. L’uomo, fermato per un controllo la mattina del 13 gennaio, è stato subito portato in caserma, mentre dall’Italia viene predisposto un mandato di arresto europeo. Attualmente è un detenuto a disposizione dell’autorità giudiziaria spagnola, in attesa dell'avvio della procedura di estradizione.