Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Termina la fuga di Mohamed Barbri

TROVATO A MADRID IL MARITO DI SAMIRA

Fermato dalla polizia spagnola, in avvio l'estradizione


PADOVA - Dopo 13 giorni di latitanza termina la fuga di Mohamed Barbri, marito di Samira El Attar, il principale indiziato per il suo delitto. L’uomo era fuggito senza lasciare traccia, e grazie ad un controllo della Guardia Civil spagnola, è stato fermato e identificato a Madrid. Una fuga che fa chiaramente pensare possa essere stato lui ad uccidere la donna, scomparsa il 21 ottobre scorso. L’indagine prosegue, in una vicenda dove non è ancora stato trovato il cadavere, né l’arma del delitto.
Il movente? Dalle testimonianze pare che Samira volesse lasciare l’uomo, e se ne sarebbe andata con la figlia, la quale percepisce una piccola indennità. I soldi quindi potrebbero essere un movente abbastanza valido. E la fuga è un indizio di colpevolezza. Il fatto che non siano state trovate tracce di sangue ha subito fatto pensare che Samira siamorta per strangolamento. L’uomo, fermato per un controllo la mattina del 13 gennaio, è stato subito portato in caserma, mentre dall’Italia viene predisposto un mandato di arresto europeo. Attualmente è un detenuto a disposizione dell’autorità giudiziaria spagnola, in attesa dell'avvio della procedura di estradizione.