Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

D’Aliberti (Casartigiani): "Incentivi per il recupero delle zone industriali".

EDILIZIA, CRESCONO OCCUPATI E FATTURATO NELLE AZIENDE ARTIGIANE

Nei primi nove mesi del 2019, però, perse 117 imprese


TREVISO - Crescono occupati e utili, ma scende ancora il numero delle imprese artigiane dell’edilizia. I dati di Edilcassa relativi al terzo trimestre del 2019 descrivono un comparto uscito dalla crisi più acuta, che sta però cercando un nuovo equilibrio. Le microimprese sono quelle che soffrono maggiormente, ma per le aziende sopra i 250mila euro di fatturato sono aumentati incassi e utili.
La provincia di Treviso cresce più delle altre del Veneto, con un +4,4% di occupati. Un dato significativo visto che l’occupazione nel resto della regione cala dello 0,5%. Il settore è sceso sotto le 48 mila imprese in Veneto, otto su dieci si occupano di lavori di costruzione specializzati (installatori di impianti, posatori e tinteggiatori), meno di 9mila invece della costruzione di edifici. A Treviso le imprese del comparto sono 8.738, facendo segnare un meno 117 rispetto all’anno prima. Ma l’emorragia sta rallentando: nel 2018 infatti se n’erano perse 158.
«L’edilizia sta dando segni di ripresa, ma occorre incoraggiare la domanda, soprattutto con le ristrutturazioni e gli ampliamenti di privati e imprese - afferma Salvatore D’Aliberti, direttore di Casartigiani -. Il nostro territorio ha già molte aree artigianali e industriali: non ne servono di nuove, ma si deve riutilizzare il costruito. Per farlo servono politiche fiscali e incentivi a favore delle aziende e dei privati che vogliono realizzare degli ampliamenti».
Positivi i dati economici, la chiusura dei bilanci 2018 ha fatto segnare nel 65,5% dei casi un aumento del fatturato e nell’87,4% anche dell’utile netto. Mediamente però quest’ultimo è sceso di un punto, dal 4,2% al 3,2%. A soffrire maggiormente le microimprese, che hanno perso lo 0,2% degli incassi. Per le aziende con fatturato tra i 250mila e il mezzo milione di euro incassi al +1,9%; per quelle tra 1 e 2 milioni +13,4; e infine un +23,8 per le aziende che fatturano più di due milioni di euro all’anno. Senza considerare la dimensione delle imprese, il fatturato medio del 2018 nelle aziende con sede a Treviso e Belluno è aumentato del 16,5%, solo Verona in Veneto ha fatto meglio (+19,2).