Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIŁ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Conte: "Vigili equiparati alle altre forze dell'ordine"

MAPPATURA DEI FURTI E DRONI PER LA POLIZIA LOCALE DI TREVISO

Il 2019 della Municipale: 24mila interventi


TREVISO - Una mappa dei furti nelle diverse zone della città, per effettuare controlli mirati. La Polizia locale di Treviso chiederà ai cittadini di segnalare gli eventuali furti subiti, in modo da poter concentrare i propri interventi nelle zone più a rischio. Presto gli agenti potranno anche disporre di droni per effettuare rilievi di incidenti, controlli ambientali, edilizi ed altri accertamenti. Agli svincoli della Tangenziale, invece, verranno installati nuovi sistemi di videosorveglianza.
Sono alcuni dei progetti per il 2020 anticipati dal comandante della Municipale trevigiana Andrea Gallo. Nel frattempo, la Polizia locale del capoluogo della Marca ha tracciato il bilancio dell’attività dell’anno da poco concluso, come consuetudine nell’approssimarsi della ricorrenza (lunedì prossimo) di San Sebastiano, patrono del corpo.
Nel 2019, i vigili hanno effettuato 23.930 interventi, il 10% in più dell’anno precedente, e la centrale del comando di via Castello d’Amore ha ricevuto quasi 33mila chiamate. Sono aumentati i controlli nelle zone “calde” della città: in via Roma del 75%, ai Giardini di S. Andrea del 41%, più che quintuplicati quelli in via Pisa. Prosegue il trend di leggera flessione degli incidenti rilevati: sono passati da 632 a 616, di cui due mortali. Il mese con il maggior numero è maggio, l’orario le 17. In uno su cinque sono coinvoli pedoni o ciclisti (erano in bicicletta anche le due vittime).
Calano le infrazioni legate al Codice della strada, da oltre 135mila a 115.981, soprattutto in virtù delle minori multe da autovelox e nelle ztl. E dunque si riduce anche l’importo complessivo da 12,4 a poco più di 11 milioni di euro. Crescono, però, le violazioni per sosta sulle piste ciclabili (162) o nei parcheggi per disabili (65), per il mancato uso delle cinture di sicurezza (34, raddoppiate), addirittura quintuplicate quelle uso del cellulare alla guida. I verbali per omessa revisione del veicolo passano da 208 a 640. Sul fronte della sicurezza urbana: 75 gli accattoni sanzionati (contro i 106 dell’anno prima), mentre aumentano i casi di non rispetto dei regolamenti sul divieto di bere alcolici in certi luoghi pubblici (da 44 a 97) e di ubriachezza molesta (da 14 a 43).
L’attività della sezione di polizia giudiziaria ha portato a 284 indagati e 11 arresti. La Municipale rafforza la sua presenza nei quartieri, con 12 agenti dedicati e quattro ufficiali, uno per ognuna delle macroaree in cui è stata divisa la città. Il Comando trevigiano inoltre, è diventato punto di riferimento (anche fuori provincia) per la verifica di autenticità dei documenti: su 3.800 le patenti e carte di circolazioni esaminate sono stati individuati 4 falsi. Ed è impegnato anche nella sensibilizzazione dei più giovani: se i tradiazionali corsi di educazione stradale hanno coinvolto 1.415 ragazzi, sono stati 97 gli incontri di educazione alla civiltà, riguardanti anche la legalità, la prevenzione delle dipendenze, la lotta al bullismo
Nel ringraziare tutti gli 84 ufficiali e agenti della Polizia locale di Treviso, il sindaco Mario Conte ha ribadito il proprio impegno affinchè i vigili siano equiparati agli appartenenti alle altre forze dell'ordine: "Questi numeri - ha ribadito il primo cittadino - sono quelli di una forza di polizia. Svolgono le stesse funzioni, perciò anche l'inquadramento dei nostri agenti deve essere quelli della Polizia di Stato o dei Carabinieri. Non è possibile, ad esempio, che, quando fermano una persona in strada, non abbiano accesso al sistema di indagine, dovendo attendere anche diverse decine di minuti per sapere se si trovano di fronte ad un soggetto pericoloso".