Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal 15 febbraio al 31 maggio - Natura in posa

A LEZIONE DI STILL LIFE

4 masterclass in compagnia di Francesca Del Torre e Denis Curti


TREVISO - Il Museo di Santa Caterina a Treviso, che ospita, fino al 31 maggio, la mostra Natura in posa, si apre a una serie di 4 masterclass sullo Still life.
Docenti di eccezione saranno Francesca Del Torre e Denis Curti, curatori della rassegna che documenta come il soggetto della Natura morta, si sia sviluppato tra la fine del Cinquecento e lungo tutto il XVII secolo.
 
Non saranno delle semplici visite guidate, quanto degli approfondimenti su temi e argomenti di questo particolare genere artistico, tra i più suggestivi della pittura europea.
La partecipazione è gratuita, salvo il costo del biglietto d’ingresso fino ad esaurimento posti disponibili con prenotazione obbligatoria info@mostresantacaterina.it
 


Ad aprire il ciclo sarà Denis Curti, direttore scientifico di Casa Tre Oci di Venezia, che accompagnerà il pubblico – sabato 15 febbraio, alle ore 16.00 – lungo la sezione fotografica dell’esposizione che presenta opere di autori quali Robert Mapplethorpe, David LaChapelle, Martin Parr, Nobuyoshi Araki, Hans Op De Beeck, Nino Migliori.
Sarà l’occasione per analizzare come lo still life sia un genere fotografico in costante e crescente interesse e come la selezione dei lavori proposti a Treviso siano il riflesso di una modalità fotografica che intende avvicinarsi agli stessi sentimenti delle pratiche pittoriche.

Il secondo appuntamento con Denis Curti, sabato 14 marzo dalle ore 15.00 alle 18.00, sarà la lectio magistralis Le immagini della contemporaneità, seguita da una visita alla mostra in sua compagnia. Al termine, è prevista una lettura portfolio per gli amanti e appassionati di fotografia che vorranno mostrare il proprio lavoro al curatore.
Nelle sue due Materclass – in programma sabato 21 marzo e sabato 18 aprile, alle ore 16.00 – Francesca Del Torre, responsabile del Kunsthistorisches Museum di Vienna per la pittura italiana, condurrà i visitatori all’interno del percorso espositivo, per ammirare straordinarie vanitas, composizioni floreali, raffinate scene di mercato, sontuose tavole imbandite, oltre a ritratti di interni e delle stagioni o preziosi simboli iconici che ricordano la caducità della vita e dei suoi piaceri, come farfalle, libri, orologi, strumenti musicali. Questi soggetti sono in grado di raccontare l’evoluzione del genere dello still life, che ha le sue origini già nell’antichità, ma che conquista l'attenzione dei Bassano, nel Veneto, per poi assurgere al rango di rappresentazione autonoma intorno al '600 nei Paesi Bassi dove raggiunge il suo apice, diventando una delle più forti fonti d’ispirazione anche per i grandi artisti contemporanei che reinventano e reinterpretano il tema con personali e talvolta visionarie suggestioni.
La mostra NATURA IN POSA. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea è promossa dalla Città di Treviso e Civita Tre Venezie, in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna.

La prestigiosa collezione del Kunsthistorisches Museum di Vienna mette a disposizione, per l'occasione, 50 capolavori - presentati per la prima volta in Italia - di Francesco Bassano, Jan Brueghel, Pieter Claesz, Willem Claesz Heda, Jan Weenix, Gerard Dou, Evaristo Baschenis, Gasparo Lopez dei Fiori, Elisabetta Marchioni. A questi, si aggiungono ulteriori prestiti provenienti da importanti musei e fondazioni venete, come le Gallerie dell'Accademia di Venezia, il Museo d'Arte Medioevale e Moderna di Padova e la Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso.
Le opere di artisti quali Francesco Bassano, Lodovico Pozzoserrato, Jan Brueghel il Vecchio, Pieter Claesz, Willem Claesz Heda, Jan Weenix, Gerard Dou, Evaristo Baschenis, Gasparo Lopez dei Fiori, Elisabetta Marchioni – che incantano per fasto, creatività e perfezione di esecuzione – dialogano con le più iconiche fotografie contemporanee. Si passa, così, dalle vanitas capaci di trarre in inganno di David LaChapelle ai crudi e ironici reportage di Martin Parr sul consumo di massa, dai magnifici e sensuali fiori di Robert Mapplethorpe ai Flowers di Nobuyoshi Araki, dalla serie dedicata alle zuppiere di Franco Vimercati all’idea di classicità pittorica di Hans Op De Beeck, al progetto Herbarium di Nino Migliori.