Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/301: SAUDI INTERNATIONAL NEL SEGNO DI G-MAC

Graeme McDowell conquista la tappa in Arabia Saudita dell'European Tour


EDDA - Siamo in Arabia Saudita, al Royal Greens King Abdullah Economic City, vicino a Gedda, polemizzata sede della Supercoppa Juve - Milan del 16 gennaio scorso. Alcuni grandi Campioni hanno rinunciato a giocare, nonostante che oltre ai premi in palio, avrebbero ricevuto rilevanti premi di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La lettera inviata al Ministero della Salute

ISOLARE I BAMBINI IN ARRIVO DALLA CINA

La richiesta di Zaia di tenere i bambini a casa per 14 giorni


TREVISO - I governatori leghisti di Veneto, Lombardia, Friuli e Trentino hanno inviato una lettera al ministero della Salute con la richiesta di isolamento di 14 giorni per i bambini di asilo ed elementari che rientrano dalla Cina, in modo da tranquillizzare le famiglie preoccupate e placare l’ansia dei genitori.
La notizia l’ha lanciata proprio ieri il governatore Luca Zaia. Nella lettera si chiede che i bambini provenienti dalla Cina, anche italiani, siano sottoposti ad un periodo di osservazione e quarantena di almeno 14 giorni prima di rientrare in classe, ma le disposizioni del Ministero della Salute sono altre. L’Italia è tra i Paesi che hanno adottato le misure più ampie per il controllo della diffusione dell’infezione, e tutte le persone rientrate dalla Cina, nel caso in cui manifestino sintomi preoccupanti, vengono già di fatto messe in quarantena e controllate. Un no anche dal Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina: “Non si escludono le persone dalla scuola” - ha affermato. E i genitori preoccupati sono pochi e sono stati rassicurati ed informati sulle precauzioni da adottare in forma preventiva. Sotto controllo quindi solo i pazienti che presentano i sintomi tipici dell’infezione (febbre, tosse, rinite). Non è possibile escludere i bambini da scuola, a meno che non arrivi la comunicazione dal Ministero della Salute. E ci si affida agli scienziati per evitare la diffusione del virus, senza scatenare inutili allarmismi.
Nel frattempo nel laboratorio di Virologia dell’Università di Padova è stato messo a punto il test per rilevare la presenza del Coronavirus e già da oggi è possibile eseguire il test sui casi sospetti.