Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva detto di non passare sul pavimento appena pulito, picchiato pure il socio

IL PIZZAIOLO LI RIMPROVERA, PESTATO A SANGUE

Esercente di piazza Duomo a Treviso aggredito da una gang di giovani


TREVISO - Uno di loro era entrato nel locale, mentre stava chiudendo e il titolare l’ha redarguito per aver camminato sul pavimento appena lavato. E’ bastato questo per scatenare la furia di due 19enni e dei loro amici. Poco prima dell’una della notte tra sabato 18 e domenica 19 gennaio scorsi, il gruppetto stava sostando fuori della pizzeria d’asporto – kebab di piazza Duomo, pieno centro a Treviso. Uno dei giovani è tornato nell’esercizio per prendere delle salviettine di carta. Dal rimprovero di uno dei gestori è scaturito un diverbio sempre più acceso: l’uomo, un bengalese 37enne, uscito sulla soglia del negozio, è stato circondato dal branco, spintonato, buttato a terra e preso da pugni e calci, riportando la frattura del setto nasale. Il socio, un 24enne del pakistan, che si trovava nel retrobottega, sentendo il parapiglia è accorso, ma è stato malmenato a sua volta.
Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Treviso hanno esaminato le immagini della telecamere di sorveglianza del locale e altri riscontri, e hanno individuato i due 19enne, autori materiali del pestaggio. Si tratta di un trevigiano e di un altro giovane di origini algerini, ma nato e cresciuto a Treviso.
I due sono stati denunciati per lesioni in concorso. Proprio le origini straniere di molti degli stessi ragazzi coinvolti, esclude qualsiasi matrice razziale. Piuttosto un ulteriore episodio della crescente violenza gratuita che accomuna molte gang di giovanissimi, come conferma Claudio Di Paola, dirigente della Squadra Mobile trevigiana.