Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva detto di non passare sul pavimento appena pulito, picchiato pure il socio

IL PIZZAIOLO LI RIMPROVERA, PESTATO A SANGUE

Esercente di piazza Duomo a Treviso aggredito da una gang di giovani


TREVISO - Uno di loro era entrato nel locale, mentre stava chiudendo e il titolare l’ha redarguito per aver camminato sul pavimento appena lavato. E’ bastato questo per scatenare la furia di due 19enni e dei loro amici. Poco prima dell’una della notte tra sabato 18 e domenica 19 gennaio scorsi, il gruppetto stava sostando fuori della pizzeria d’asporto – kebab di piazza Duomo, pieno centro a Treviso. Uno dei giovani è tornato nell’esercizio per prendere delle salviettine di carta. Dal rimprovero di uno dei gestori è scaturito un diverbio sempre più acceso: l’uomo, un bengalese 37enne, uscito sulla soglia del negozio, è stato circondato dal branco, spintonato, buttato a terra e preso da pugni e calci, riportando la frattura del setto nasale. Il socio, un 24enne del pakistan, che si trovava nel retrobottega, sentendo il parapiglia è accorso, ma è stato malmenato a sua volta.
Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Treviso hanno esaminato le immagini della telecamere di sorveglianza del locale e altri riscontri, e hanno individuato i due 19enne, autori materiali del pestaggio. Si tratta di un trevigiano e di un altro giovane di origini algerini, ma nato e cresciuto a Treviso.
I due sono stati denunciati per lesioni in concorso. Proprio le origini straniere di molti degli stessi ragazzi coinvolti, esclude qualsiasi matrice razziale. Piuttosto un ulteriore episodio della crescente violenza gratuita che accomuna molte gang di giovanissimi, come conferma Claudio Di Paola, dirigente della Squadra Mobile trevigiana.