Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un argomento di cui si parla poco, ma di fondamentale importanza

TESTAMENTO BIOLOGICO, A TREVISO 179 DICHIARAZIONI

L'appello di Cappato: "Le DAT vengano inserite nel fascicolo sanitario elettronico"


TREVISO - Nel 2019 in Comune a Treviso sono state sottoscritte 179 Dat, le dichiarazioni anticipate di trattamento, vale a dire il “biotestamento” che consente ad ognuno di noi di dare indicazioni su quali cure accettare o rifiutare in caso di incapacità a pronunciarle. Una sorpresa per l’Associazione Luca Coscioni, considerata la poca visibilità che ha questa tematica. A livello nazionale il testamento biologico è stato scelto da circa 170 mila persone (escludendo le dichiarazioni depositate dai notai e presso le strutture sanitarie). Tra le città Venete il più alto numero di testamenti biologici lo ha registrato Verona, con 817 testamenti, Vicenza 542, Padova 540, Treviso 179.
Un argomento di cui si parla ancora poco, sul quale però sono più consapevoli le nuove generazioni, sensibili alla tematica del diritto alla scelta. Per il tesoriere di Coscioni, Marco Cappato, la campagna informativa è ancora carente. Cappato fa appello alla Regione perché le Dat (dichiarazioni anticipate di trattamento vengano inserite nel fascicolo sanitario elettronico, perché, spiega, “il 71% dei cittadini oggi non è a conoscenza del procedimento per il deposito delle Dat”.
Si ricorda che la legge sul testamento biologico è stata approvata dal senato il 14 dicembre 2017, ma poi da quel momento l’attenzione generale sull’argomento è calata e la conquista della legge è stata poco valorizzata.