Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si punta sulla produzione di alta gamma

TESSITURA MONTI, FIRMATA LA CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA

Vertice in Regione tra azienda, commissario e sindacati


Oggi alla presenza dell’Unita di Crisi e della Direzione Lavoro della Regione del Veneto, l’Assessore Regionale al Lavoro ha incontrato il Commissario per l’Amministrazione Straordinaria di Tessitura Monti S.p.a. per un aggiornamento sulla procedura. Presenti all’incontro i delegati di Confindustria Veneto Centro e le rappresentanze sindacali.

Tessitura Monti S.p.a., lo storico marchio di Maserada sul Piave (PD), impiega attualmente circa 230 dipendenti, per i quali oggi in Regione si è firmato l’accordo per la cassa integrazione straordinaria tra le condizioni per il mantenimento attivo dell’impresa. Il Commissario giudiziale, dott. Pettinato, ha ampiamente illustrato le fasi della procedura per la quale il Tribunale di Venezia ha riconosciuto le condizioni per un’Amministrazione Straordinaria.

L’Assessore Regionale ha plaudito alla serietà ed alla celerità con cui sia il Commissario che il Tribunale hanno operato, ritenendo le stesse condizioni fondamentali per dare una nuova speranza alla storica azienda trevigiana. Il Commissario ha informato il tavolo dei contenuti della sua relazione, in particolare dell’esistenza di condizioni per un effettivo rilancio dell’azienda, partendo da un immediato contenimento dei costi e da un posizionamento nell’alto di gamma della produzione dell’azienda.

Il Sindacato ha giudicato positivamente l’azione del Commissario, e ha confermato la propria disponibilità a collaborare per mantenere ed attrarre la fiducia dei clienti e dei fornitori: un impegno già dimostrato in occasione della presentazione del campionario per la prossima stagione alla Fiera di Milano, la più importante del settore.

“La Regione c’è e ci sarà sempre al fianco di Tessitura Monti, in ogni fase di questa procedura” ha dichiarato l’Assessore Regionale rivolgendosi al Commissario, a cui ha riconosciuto grande passione e competenza, “sia nei confronti dei Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo Economico che nei riguardi del territorio. Questo territorio infatti, ma soprattutto questi lavoratori, hanno dato prova di un totale attaccamento alla propria azienda, lavorando anche in condizioni difficili quando, ad esempio, sono stati costretti da un inconveniente a lavorare al freddo. L’appello principale che faccio è agli imprenditori veneti, affinché guardino con il coraggio, che da sempre li contraddistingue, al futuro di Tessitura Monti”.

“Un grazie al Commissario che oggi è venuto indossando una camicia fatta col tessuto di questa storica nostra realtà: non è romanticismo appellarci a consumi consapevoli, guardando a produzioni più eticamente responsabili nei confronti del nostro territorio, e con un ruolo della politica più capace di alleggerire le imprese che producono in Italia, in particolare in questo settore della moda che ha già perso troppi pezzi” ha concluso l’Assessore Regionale.