Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, la confessione shock della ragazza

VIOLENTATA DAL PADRE QUANDO AVEVA 4 ANNI

La vittima, oggi ventenne, ha denunciato il genitore


MONTEBELLUNA - Si è tenuta dentro un segreto che l’ha tormentata per 15 anni: suo padre l’ha violentata quando aveva solo 4 anni. Adesso questa ragazza di anni ne ha 20, e finalmente ha trovato il coraggio di raccontare la sua storia, prima confidandola ad un’amica, e poi denunciando suo padre.
La confessione shock di questa ventenne Montebellunese ha mandato alla sbarra il genitore, che avrebbe abusato della figlia, quand’era bambina, toccandole e costringendola a farsi toccare i genitali. Dopo 15 anni ha trovato la forza e il coraggio di denunciare tali abusi. Tanto tempo per prendere la decisione giusta, ma difficile, perché quando una vittima subisce, ha paura di essere compatita, di non venir presa sul serio, di dover affrontare il dramma.
In questo caso il suo aguzzino era proprio suo padre. La ragazza ha raccontato di essere stata succube del padre e di essere stata costretta a tacere per tutto questo tempo. Suo padre, oggi settantenne, si è definito innocente.
Secondo la sua versione la ragazza ha raccontato una storia inventata a causa delle tensioni covate in famiglia: clima teso, alimenti non pagati completamente, litigi e dispetti. Un rapporto teso quello trai suoi genitori, che infatti ha portato al divorzio. La versione della figlia invece è completamente diversa: l’uomo avrebbe abusato di lei quando era piccola e l’avrebbe resa succube. Fatti che risalgono a quando la vittima aveva 4 anni, 15 anni fa.
In aula saranno chiamati a testimoniare entrambi i genitori, la ragazza, e alcune persone vicine alla famiglia che avrebbero potuto essere a conoscenza di queste violenze.