Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/301: SAUDI INTERNATIONAL NEL SEGNO DI G-MAC

Graeme McDowell conquista la tappa in Arabia Saudita dell'European Tour


EDDA - Siamo in Arabia Saudita, al Royal Greens King Abdullah Economic City, vicino a Gedda, polemizzata sede della Supercoppa Juve - Milan del 16 gennaio scorso. Alcuni grandi Campioni hanno rinunciato a giocare, nonostante che oltre ai premi in palio, avrebbero ricevuto rilevanti premi di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, la confessione shock della ragazza

VIOLENTATA DAL PADRE QUANDO AVEVA 4 ANNI

La vittima, oggi ventenne, ha denunciato il genitore


MONTEBELLUNA - Si è tenuta dentro un segreto che l’ha tormentata per 15 anni: suo padre l’ha violentata quando aveva solo 4 anni. Adesso questa ragazza di anni ne ha 20, e finalmente ha trovato il coraggio di raccontare la sua storia, prima confidandola ad un’amica, e poi denunciando suo padre.
La confessione shock di questa ventenne Montebellunese ha mandato alla sbarra il genitore, che avrebbe abusato della figlia, quand’era bambina, toccandole e costringendola a farsi toccare i genitali. Dopo 15 anni ha trovato la forza e il coraggio di denunciare tali abusi. Tanto tempo per prendere la decisione giusta, ma difficile, perché quando una vittima subisce, ha paura di essere compatita, di non venir presa sul serio, di dover affrontare il dramma.
In questo caso il suo aguzzino era proprio suo padre. La ragazza ha raccontato di essere stata succube del padre e di essere stata costretta a tacere per tutto questo tempo. Suo padre, oggi settantenne, si è definito innocente.
Secondo la sua versione la ragazza ha raccontato una storia inventata a causa delle tensioni covate in famiglia: clima teso, alimenti non pagati completamente, litigi e dispetti. Un rapporto teso quello trai suoi genitori, che infatti ha portato al divorzio. La versione della figlia invece è completamente diversa: l’uomo avrebbe abusato di lei quando era piccola e l’avrebbe resa succube. Fatti che risalgono a quando la vittima aveva 4 anni, 15 anni fa.
In aula saranno chiamati a testimoniare entrambi i genitori, la ragazza, e alcune persone vicine alla famiglia che avrebbero potuto essere a conoscenza di queste violenze.