Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 400 addetti in Veneto, mille utenti solo a Treviso

LA NOSTRA FAMIGLIA, SIT-IN DEI DIPENDENTI

Protesta contro il cambio di contratto di lavoro


TREVISO - Scendono in strada i lavoratori de La Nostra Famiglia. I dipendenti dell’associazione, ente accreditato dal servizio sanitario nazionale per la cura e l’assistenza a bambini con disabilità, hanno dato vita ad un sit-in davanti alla sede di Treviso e ad altri centri del gruppo.
Ad originare la protesta, come spiega Sara Tomassin, della Fp Cgil Treviso, la decisione unilaterale dell'associazione di applicare un diverso contratto collettivo di lavoro, passando da quello della sanità privata a quello dell'assistenza. Un cambiamento che, ribadisce la sindacalista, comporta un aumento dell'orario settimanale da 36 a 38 ore, a parità di retribuzione, e una decurtazioni sullo stipendio per i neo assunti pari a circa il 25%. Vale a dire circa 150 euro su un importo mesile medio oggi intorno ai 1.300 euro.
La Nostra Famiglia conta circa 400 addetti in tutto il Veneto, dove, oltre che nel capoluogo della Marca, è presente a Conegliano, Mareno, Pieve di Soligo, Oderzo, Padova, Vicenza, più svariate altre sedi in altre cinque regioni. In gran parte si tratta di donne e laureate: psicologhe, psicomotriciste, fisioterapiste, educatrici, oltre al personale amministrativo. Al solo polo di Treviso fanno capo un migliaio di utenti.
In queste ore è in programma un cda dall’associazione e, successivamente, un incontro con i sindacati nazionali. I lavoratori e i loro rappresentanti attendono sviluppi positivi. Altrimenti sono pronti ad intensificare la mobilitazione.
A portare la propria solidarietà ai dipendenti sono arrivati anche i consiglieri comunali Stefano Pelloni e Niccolò Rocco del Pd, il segretario comunale dei Dem Giovanni Tonella e il sindaco Mario Conte.