Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dolo, organico ridotto all'osso

MAFIA IN VENETO, RINFORZI DAL VIMINALE

Nasce il Centro di documentazione e d'inchiesta sulla criminalità organizzata


VENEZIA - Nasce in Veneto il Centro di documentazione e d’inchiesta sulla criminalità organizzata a Dolo, in Riviera del Brenta. Giornalisti d’inchiesta uniranno le forze per combattere le mafie nel territorio. Occasione questa, per il procuratore Cherchi e il prefetto di Venezia Zappalorto per lanciare l’ennesimo allarme sugli organici di forze dell’ordine e magistratura impegnate con i processi per mafia in Veneto. “Roma si è dimenticata del veneto per quanto riguarda le gestione dei magistrati” ha affermato Cherchi.
Questa regione è di fatto culla della “quarta mafia d’Italia”, completamente abbandonata dalle istituzioni. Infiltrazioni della ‘ndrangheta a Verona e Padova, Casalesi a Eraclea, criminalità organizzata in tutta la regione. Mafia che fino a qualche anno fa non si sarebbe nemmeno immaginata, in una regione vista, almeno superficialmente, come un’isola felice. A lungo è stata negata l’esistenza della mafia in Veneto, in particolare in provincia di Venezia. E invece sono 150 i provvedimenti restrittivi per mafia nell’ultimo anno, e gli organici sono ridotti all’osso. Mancano magistrati, personale amministrativo, forze dell’ordine, e serve aiuto dal governo.
Lamorgese risponde con l’invio dei rinforzi per il prossimo anno: 115 tra carabinieri, poliziotti e finanzieri. E un messaggio arriva anche dal Ministro d’Incà: "Il governo lotterà ogni giorno per la legalità e non abbasserà mai la guardia sui fenomeni criminali e sulle infiltrazioni malavitose nel territorio".