Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Parapiglia in aula, duro il deputato trevigiano era stato l'autore della proposta

BOCCIATO IL RINVIO DELLO SCONTRINO ELETTRONICO PER I PICCOLI NEGOZI

Baratto: “Dal Governo schiaffo ai territori che producono”


ROMA - “Dal Governo schiaffo ai territori che producono”. Così ha commentato a caldo il deputato trevigiano di Forza Italia Raffaele Baratto, autore di un ordine del giorno volto ad ottenere la proroga dell’entrata in vigore dell’obbligo di scontrino elettronico per i commercianti con fatturato inferiore ai 400 mila euro, dopo la bocciatura della sua proposta. Il no è arrivato in un clima incandescente, con un parapiglia in Aula che ha coinvolto membri della maggioranza e dell’opposizione e durissime parole rivolte ai banchi del Governo da parte di Baratto.
“Sarebbe stata un’azione di buon senso - afferma il parlamentare trevigiano - da parte di un Governo che si dimostra per l’ennesima volta insensibile alle esigenze dei terriotori e di chi produce ricchezza".
Si tratta, commenta ancora Baratto “di un altro balzello messo sulle spalle dei soliti noti: imprenditori e commercianti. Questo Governo ed il precedente non hanno fatto altro che penalizzare gravemente il mondo degli esercenti". "Sempre più sul territorio il mondo del commercio entra vive una crisi congiunturale - conclude il deputato - e il Governo che fa? lo grava dell’ennesimo obbligo inutile. La mia proroga avrebbe permesso di rivedere la materia complessivamente aiutando una categoria sempre più vessata".