Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal Leone di San Marco e Marco Polo alla nuova città smart del 2030

STUDIARE LA STORIA E IMMAGINARE IL FUTURO DI VENEZIA CON LE TECNOLOGIE DIGITALI

Cinque appuntamenti per bambini e ragazzi promossi da H-Farm


RONCADE - Conoscere Venezia, il suo passato, il presente e futuro, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, imparando, divertendosi, nuove competenze digitali: ecco la ricetta dei laboratori per bambini dagli 8 agli 11 anni firmato H-Farm “Back to the Future - VENEZIA” che si terranno tutti al M9 - Museo del ‘900 di Mestre.
Con il supporto dell’azienda dolciaria Dolci Palmisano, eccellenza nella produzione di specialità veneziane, i partecipanti potranno conoscere, attraverso la robotica di LEGO WeDo 2.0, com’è nata Venezia e da dove deriva il simbolo del Leone di San Marco; intraprenderanno i viaggi di Marco Polo in Oriente, esplorando il mondo dello storytelling e dei fumetti con gli Ipad e Lego Storystarter; andranno all’opera, scoprendo il Gran Teatro La Fenice, sperimentando con l’elettronica creativa e costruendo innovativi strumenti musicali. Gli ultimi due incontri saranno dedicati rispettivamente all’arte veneziana del ‘500 - ispirandosi ai maestri Canaletto, Tintoretto e Tiziano i bambini proveranno a disegnare la loro opera d’arte e, infine, alla Venezia del futuro: come sarà la città lagunare nel 2030? accompagnati dagli esperti educatori di H-FARM, i partecipanti immagineranno e prototiperanno una città smart con i robot Ozobot.
Questi laboratori non hanno solo l’obiettivo di insegnare a utilizzare le nuove tecnologie e acquisire competenze digitali attraverso il metodo “learning by doing” - imparare divertendosi - ma vogliono anche sensibilizzare i partecipanti circa l’immenso valore di Venezia e la sua importanza nella storia e nel mondo. Anche per questo H-FARM, da sempre legatissima al territorio veneto, ha deciso di progettare un format che avesse come protagonista la città del Leone di San Marco, in chiave innovativa.

I laboratori, ognuno per un massimo di 20 partecipanti, si terranno il 7, 14, 21, 28 marzo e il 4 aprile.

Le iscrizioni per il primo appuntamento sono aperte a questo link