Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nuovo focolaio a Limena

CORONAVIRUS: 58 CASI DI CONTAGIO IN VENETO

Positivo al test anche un bambino di 8 anni


TREVISO - Sono oggi 58 i casi di contagio da coronavirus, 13 in più di ieri. Sono risultati positivi al test anche pazienti asintomatici sottoposti al tampone. In Veneto c’è anche un bambino di 8 anni tra i contagiati. La novità riguarda l'inserimento nel report di un nuovo cluster nel padovano, quello di Limena, che registra 7 casi, 6 in più di ieri. Nessun nuovo contagio tra la popolazione di Vo' Euganeo, il focolaio del virus, che ha 33 persone positive. Il Governatore Luca Zaia questa mattina ha ricordato ancora una volta che il coronavirus è un virus ad alto contagio ma a bassissima letalità, che però rischia di intercettare pazienti che hanno già una salute pregiudicata da altre patologie gravi, come gli over 70. Le vittime in Veneto sono due, Luciana Mangiò di Paese, in provincia di Treviso, e Adriano Trevisan deceduto all’ospedale di Padova.