Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'allarme lanciato dal fratello

DOPPIO SUICIDIO A ROVIGO

Rientra dal lavoro e trova la moglie morta, poi si spara


ROVIGO - E’ rientrato dal lavoro all’ora di pranzo, attorno alle 12.30 e ha trovato la moglie morta a casa, in camera da letto.
Subito dopo ha telefonato al fratello per dirgli che l’avrebbe fatta finita anche lui, e così si è sparato con una pistola Beretta, regolarmente detenuta, la stessa arma utilizzata dalla moglie per togliersi la vita. Il fratello ha lanciato immediatamente l’allarme, ma l’uomo, nonostante i soccorsi tempestivi, è deceduto in ospedale. Il doppio suicidio è avvenuto oggi, giovedì 27 febbraio a Rovigo.
I due coniugi si chiamavano Eleonora Pozzato, classe 1959, e Luigino Ruzzante, classe 1955.
L'indagine è affidata al magistrato Sabrina Duò. Sul posto la Polizia di Rovigo, Squadra Mobile e Scientifica, e il personale del Suem 118. Gli investigatori, per togliersi ogni dubbio sulla dinamica della duplice tragedia, effettueranno l'esame dello stub sulla donna, per rilevare tracce di polvere da sparo. La coppia lascia una figlia, Laura, che abita nel Lazio.