Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Concerti, film, fumetti e workshop in centro

ENRICO RAVA, UN'ICONA DEL JAZZ A TREVISO

Si avvicina la sesta edizione del Treviso Suona Jazz Festival curato da Bortolanza



TREVISO - Dal 23 al 31 maggio il Treviso Suona Jazz Festival attraverserà la splendida cornice del centro storico della città di Treviso, principale tratto dell’identità della rassegna musicale, con una formula suggestiva che intenderà promuovere musica di qualità in luoghi di particolare interesse storico ed architettonico, con l’intenzione di creare un rapporto esclusivo tra musica, arte ed architettura. 

Concerti, film, fumetti e workshop per la sesta edizione del jazz festival cittadino ideato e curato dall’ associazione culturale Urbano Contemporaneo.

La rassegna tocca i palazzi antichi, le chiese, i suggestivi luoghi all’aperto, oltre agli auditorium e ai teatri, fino ai locali del centro e le sedi espositive, con l’obbiettivo di promuovere e valorizzare la musica jazz e le sue derivazioni, e di condividere un progetto di valore per la città.
“Abbiamo creato qualcosa di unico. Anno dopo anno la manifestazione è diventata sempre più forte e attrattiva, un riferimento per gli appassionati e una tradizione per i cittadini” dichiara il Direttore Artistico Nicola Bortolanza.
Tra i principali appuntamenti del fitto programma, il più atteso è senz’altro quello di venerdì 29 maggio, ove al Teatro Eden si esibirà il quartetto del trombettista Enrico Rava. Recentemente premiato “Musicista Italiano dell’anno”, dal referendum della prestigiosa rivista “Musica Jazz”, Enrico Rava è sicuramente il jazzista del nostro Paese più conosciuto ed apprezzato a livello internazionale, un musicista senza tempo, passato attraverso le diverse stagioni della storia del jazz sempre da protagonista.
Non ha dubbi Enrico Rava quando parla del suo quartetto e delle affinità elettive che hanno portato il grande trombettista a mettere insieme questa formazione insieme a Gabriele Evangelista al contrabbasso, Francesco Diodati alla chitarra ed Enrico Morello alla batteria. “La verità è che loro tre insieme funzionano molto bene – afferma Rava – e alla base di tutto non c’è solo una profonda fiducia, ma anche la capacità di ascoltarsi reciprocamente. Due elementi che sono alla base del funzionamento di un gruppo”.

Ma saranno anche altri gli appuntamenti con i Top Jazz in cartellone, mercoledì 27 maggio è in programma un intenso e raffinatissimo dialogo pianoforte / contrabbasso, una formula minimale, in grado di valorizzare le straordinarie qualità tecnico espressive di due grandi artisti quali Dario Carnovale, pianista virtuoso e vulcanico, dotato di uno straordinario senso della liricità, e Paolino Dalla Porta, contrabbassista tra i più interessanti ed eclettici della scena europea, membro stabile del quartetto di Paolo Fresu e della storica band Oregon.

Sabato 30 maggio sarà il turno del Tinissima Quartet, il quartetto del saxofonista Francesco Bearzatti, accompagnato da Giovanni Falzone alla tromba, Danilo Gallo al basso e Zeno De Rossi alla batteria. Tinissima è una delle formazioni più sorprendenti e affiatate che siano emerse in Italia negli ultimi anni, la strepitosa batteria di talenti guidata dal saxofonista italo-parigino presenterà in esclusiva italiana la nuova biografica musicale “Zorro”, un viaggio attraverso gli splendidi temi di Bearzatti, autore poetico e raffinato, capace di sintetizzare e scrivere senza pensare ai generi.

Il 30 e il 31 maggio, come da tradizione in Loggia dei Cavalieri, non mancheranno gli spettacoli ad ingresso gratuito con le Big Band dei Conservatori di Musica Steffani e Venezze, presenze stabili sin dalla prima edizione, con ospiti i solisti Mauro Negri e Alessia Obino. E poi workshop, laboratori per bambini, mostre fotografiche, gli eventi dedicati al cinema e ai fumetti e le jam session.