Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anche in Lombardia ed Emilia Romagna, si riapre altrove

SCUOLE CHIUSE IN VENETO PER UN'ALTRA SETTIMANA

Il Governo proroga la sospensione fino all'8 marzo


ROMA - La campanella non suonerà almeno per altri sette giorni. Manca ancora la pubblicazione ufficiale, ma i contenuti del decreto del governo riguardo all’emergenza coronavirus sono ormai chiari: la chiusura delle scuole, già in vigore da lunedì scorso, viene prorogata di un’altra settimana, fino all’8 marzo, in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, le tre regioni in cui si è, ad oggi registrato il numero maggiore di casi. Il provvedimento riguarda gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e le materne.
A confermare la decisione i rappresentanti delle Regioni, dopo la teleconferenza con il presidente del Consiglio. Il governo ha dunque recepito l’indicazione del Comitato tecnico-scientifico nazionale: gli esperti hanno ritenuto che la l’andamento del contagio sia ancora troppo veloce nelle tre aree del Nord Italia e che il contenimento abbia bisogno ancora di tempo.
Deluse quindi le aspettative del governatore del Veneto, Luca Zaia, che aveva spinto per una riapertura, anche per favorire il ritorno alla normalità e dare un segnale positivo all’economia in sofferenza. La decisione verrà aggiornata settimanalmente sulla base dell’evoluzione della situazione epidemiologica. Il ministero dell'Istruzione ha comunque garantito che non vi saranno conseguenze sulla regolarità dell'anno scolastico e che, nel caso, per gli alunni interessati, la stop non inciderà sull'obbligo di almeno duecento giorni di frequenza.
Via libera, invece, alla riapertura delle scuole, da lunedì prossimo, nelle altre quattro regioni, dove era stata applicata la sospensione: Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Marche. Torneranno in classe anche gli alunni delle province autonome di Trento e Bolzano: la prima aveva chiuso per il coronavirus, la seconda per la già programmata settimana di vacanza in occasion del Carnevale.
Fermi restando i divieti per tutti gli eventi che comportano cospicui assembramenti di persone, inoltre si sta valutando la possibilità per le attività culturali e di spettacolo di un accesso limitato e disciplinato.