Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

È MORTO L'ARTISTA TEDESCO ULAY, STORICO COMPAGNO DI MARINA ABRAMOVIC

La performing art perde una delle sue figure più interessanti


Il mondo dell’arte perde Ulay, pseudonimo di Frank Uwe Laysiepen, storico compagno di Marina Abramovic e art performer tedesco.
Ad annunciarlo, gli amici e la stampa slovena: l’artista viveva a Lubiana da una decina d’anni. Una figura complessa quella di Ulay.
Marina Abramovic, nel suo libro biografico, ma anche nei molti video recentemente esposti a Palazzo Strozzi per la mostra monografica a lei dedicata, ne ricorda il fascino al loro primo incontro: questo giovane con il volto per metà maschile, e truccato e acconciato per l’altra metà al femminile, ne aveva fin da subito sconvolto l’immaginazione. Storiche le azioni realizzate dai due tra gli anni ’70 e ’80 in 12 anni di sodalizio: i famosi Relation Works che turbarono anche l’Italia, esordendo insieme come coppia d’arte nel 1976.
Nel 2011 gli viene diagnosticato un cancro. Dopo una prima fase di chemioterapia, la vera cura per Ulay diventa l’arte. Parte così "Project Cancer", un documentario di Damjan Kozole: l’artista comincia a girare per il mondo con una troupe ripercorrendo i luoghi importanti della sua vita e incontrando coloro che ne hanno segnato le tappe. All’età di 76 anni, dopo una vita dedicata all’arte performativa, Ulay ci ha lasciato.