Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilitā, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coronavirus, passeggeri diminuiti del 60%

AEROPORTO DI TREVISO VERSO LA CHIUSURA

Voli cancellati per mancanza di passeggeri


TREVISO - Il calo dei passeggeri all’aeroporto Canova porta a valutare l’ipotesi della chiusura. Non solo sono diminuiti drasticamente gli arrivi, ma sono anche molti i passeggeri che non partono più a causa del coronavirus. L’ipotesi della chiusura valutata in questi giorni da Save – Aertre è sempre più discussa e probabile, almeno per un periodo.
Il Canova potrebbe fermarsi temporaneamente, dirottando i voli e il personale su Venezia fino alla fine dell’emergenza. Sarebbe rischioso per le casse dell’azienda tenere aperto l’aeroporto a fronte di un netto calo di passeggeri in transito, che ormai ha raggiunto il 60%.
A maggior ragione dopo che Ryanair ha annunciato il taglio del 25% delle partenze dagli scali italiani in cui opera a partire da metà aprile. A ieri sul tema della chiusura dell’aeroporto Canova, i vertici di Save – Aertre hanno preferito un no-comment. Ieri il mancato decollo del volo per Mosca, ha dato un primo esempio di come i voli verranno cancellati per mancanza di passeggeri.
L’aereo delle compagnie Pobeda Airlines – Fly Ernest sarebbe dovuto partire alle 15.40, ma è stato bloccato per il mancato raggiungimento della soglia minima di riempimento, e quindi si è preferito annullare il volo e rimborsare il biglietto, piuttosto che far decollare l’aereo semivuoto.
Marco Pinzi, direttore di Aertre, sostiene che la preoccupazione è inevitabile, tuttavia si andrà avanti giorno per giorno, e poi si valuterà la strategia da adottare.