Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coronavirus, passeggeri diminuiti del 60%

AEROPORTO DI TREVISO VERSO LA CHIUSURA

Voli cancellati per mancanza di passeggeri


TREVISO - Il calo dei passeggeri all’aeroporto Canova porta a valutare l’ipotesi della chiusura. Non solo sono diminuiti drasticamente gli arrivi, ma sono anche molti i passeggeri che non partono più a causa del coronavirus. L’ipotesi della chiusura valutata in questi giorni da Save – Aertre è sempre più discussa e probabile, almeno per un periodo.
Il Canova potrebbe fermarsi temporaneamente, dirottando i voli e il personale su Venezia fino alla fine dell’emergenza. Sarebbe rischioso per le casse dell’azienda tenere aperto l’aeroporto a fronte di un netto calo di passeggeri in transito, che ormai ha raggiunto il 60%.
A maggior ragione dopo che Ryanair ha annunciato il taglio del 25% delle partenze dagli scali italiani in cui opera a partire da metà aprile. A ieri sul tema della chiusura dell’aeroporto Canova, i vertici di Save – Aertre hanno preferito un no-comment. Ieri il mancato decollo del volo per Mosca, ha dato un primo esempio di come i voli verranno cancellati per mancanza di passeggeri.
L’aereo delle compagnie Pobeda Airlines – Fly Ernest sarebbe dovuto partire alle 15.40, ma è stato bloccato per il mancato raggiungimento della soglia minima di riempimento, e quindi si è preferito annullare il volo e rimborsare il biglietto, piuttosto che far decollare l’aereo semivuoto.
Marco Pinzi, direttore di Aertre, sostiene che la preoccupazione è inevitabile, tuttavia si andrà avanti giorno per giorno, e poi si valuterà la strategia da adottare.