Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Non aveva alcuna autorizzazione ed era sconosciuta al Fisco

TOLETTATURA PER CANI ABUSIVA, SCATTA MULTA DA 8MILA EURO

Il negozio scoperto dalla Polizia locale di Treviso


TREVISO - Un negozio di toelettatura abusivo è stato individuato e sanzionato l’altro ieri dal Nucleo di Polizia commerciale del Comando di via Castello d’Amore: l'esercizio si trovava in zona Monigo e lavorava senza alcuna autorizzazione sia per il servizio di pulizia e toelettatura dei cani sia per la vendita di prodotti per animali. Per questo motivo l'esercizio commerciale è stato sanzionato con due verbali distinti per un totale di 8 mila euro. «Si tratta di violazioni di una certa gravità», spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «Solo l'autorizzazione sanitaria permette di avere la sicurezza che il servizio venga svolto con tutti i requisiti che possano garantire non solo la salute dell'animale ma anche dei frequentatori. Inoltre, non era mai stata presentata la segnalazione certificata per la vendita». A carico dell'impresa vi sarà anche una segnalazione all'Agenzia delle Entrate in quanto completamente sconosciuta sotto l'aspetto fiscale. «Sono numerosi i servizi del nucleo commerciale finalizzati al controllo delle attività imprenditoriali che non rispettano le normative, soprattutto nei confronti del consumatore finale», sottolinea Gallo. «Da gennaio ad oggi sono state chiuse, a seguito dei controlli commerciali, una vineria ed un negozio di alimentari, entrambi abusivi, cui si aggiunge questa terza chiusura. Invitiamo gli utenti a rivolgersi al Comando e alle forze di polizia nel caso in cui si riscontrino nei locali commerciali condizioni igienico-sanitarie precarie o prodotti alimentari scaduti».