Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIŁ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Uffici chiusi, 10 colleghi in isolamento preventivo

IMPIEGATA DEL GIUDICE DI PACE DI TREVISO POSITIVA AL VIRUS

La donna in Rianimazione al Ca' Foncello


TREVISO - L’emergenza coronavirus colpisce anche il Tribunale di Treviso. Una dipendente dell’ufficio dei Giudici di pace, ospitato in una delle torri della Cittadella Appiani, è risultata positiva al test ed è attualmente ricoverata in terapia intensiva. Dieci colleghi sono stati sottoposti al tampone e, in attesa degli esiti, sono stati messi in isolamento precauzionale.
Gli uffici da ieri sono stati chiusi. Ci si domanda con quante persone abbia incontrato l’impiegata in questi giorni. Anche se, come ha spiegato anche il coordinatore dei giudici di pace Francesco Sartorio, la donna non svolgeva attività a contatto con il pubblico, mentre quelli tra i suoi colleghi che avevano rapporti con l’utenza lo facevano da uno sportello protetto da un vetro.
Anche a Palazzo di giustizia, in via Verdi, comunque la preoccupazione sale. Oltre a personale che gira con la mascherina e a scrivanie poste a sbarrare l’accesso alle sale, è stato disposto un unico sportello, dotato di vetro divisorio, per le attività con il pubblico fino al 14 marzo, mentre gran parte dei certificati e documentazione dovranno essere richiesti e depositati via mail. Oggi è in programma una riunione in materia con il presidente del Tribunale Antonello Fabbro, i rappresentanti degli avvocati sollecitano un rinvio delle udienze non urgenti, per tutelare spiegano “sia il diritto alla salute sia quello alla difesa dei cittadini”.