Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le vittime del raggiro anche un coneglianese

HOTEL DI LUSSO A CORTINA, FOTO, RECENSIONI: TUTTO FALSO

Truffa on line smantellata dalla Polizia


CONEGLIANO - Il nome era suadente, Hotel Astoria Luxury, e le foto quantomai suggestive. Peccato che il suddetto albergo a 5 stelle di Cortina, in realtà, non sia mai esistito e le immagini raffigurassero non le Dolomiti ampezzane, ma uno chalet in Svizzera. Così come del tutto creati ad arte erano i commenti entusiastici e le recensioni favorevoli di sedicenti clienti da ogni parte del mondo.
Una truffa insomma. I poliziotti del Commissariato di Conegliano hanno posto sotto sequestro un sito internet che pubblicizzava il finto hotel di lusso tra le montagne della perla delle Dolomiti. A cadere nella trappola, anche un cittadino coneglianese, che aveva versato un acconto per la prenotazione, mediante la propria carta di credito, poi bloccata quando si era reso conto che qualcosa non andava ed aveva sporto denuncia.
Gli investigatori del Commissariato sono risaliti dopo complesse indagini al responsabile del raggiro, un veneziano domiciliato a Crotone con precedenti specifici e già agli arresti domiciliari.
Il sito internet, creato ad hoc, è stato chiuso dalla polizia mediante la notifica ai provider del provvedimento di sequestro preventivo del Giudice delle indagini preliminari, che ha così di evitato ulteriori truffe ai danni di altri soggetti.
La Questura di Treviso, invita chi effettua prenotazioni sul web a prestare massima attenzione evitando siti ingannevoli e approfondendo con dovizia ogni particolare prima di effettuare i pagamenti.