Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Finalmente una prestazione convincente del Benetton per 80 minuti

PRIMO RUGGITO DEI LEONI ALL'ESTERO: DRAGONS DOMATI 37-25

4 marcatori diversi e punto di bonus per sperare nei playoff


NEWPORT Al Rodney Parade di Newport i Leoni disputano l’11esimo round di Guinness PRO14 contro i Dragons, recuperando il match inizialmente previsto per sabato 15 febbraio, ma rinviato tre settimane fa per maltempo in Galles. Il primo tempo del Benetton è molto buono, l’unica pecca è la meta subita a pochi secondi dal 40′. Ma nella ripresa i biancoverdi sono a dir poco maestosi, per un vittorioso 37-25 condito da quattro mete – e punto di bonus aggiuntivo – per un Benetton che impacchetta 5 punti di prestigio per la classifica della Conference B. Il Benetton inizia subito a spron battuto e va in meta all’alba del match con una splendida azione. Al 4′ Esposito si invola lungo la fascia destra e si libera di due uomini, con un offload serve l’inserimento di Ruzza che con un altro egregio offload imbecca l’accorrente Sperandio che in gran velocità fissa la prima marcatura trevigiana. Keatley – capitano della truppa di Crowley – è preciso e trasforma per il 7-0 dei Leoni. I biancoverdi spingono ancora forte. C’è un intercetto in fuorigioco dei padroni di casa, allora Keatley va in touche sui 5 metri avversari. Dalla maul avanzante nasce un drive prorompente condotto da Baravalle, con il tallonatore che così al 13′ schiaccia la seconda meta biancoverde. Il numero 10 del Benetton non sbaglia la trasformazione. Passano cinque minuti e i Dragons guadagnano un piazzato per un fallo in mischia commesso da Quaglio. Botica concretizza e fissa i primi punti sul tabellino dei gallesi. Altra punizione a favore dei gallesi, con Botica che al 23′ accorcia le distanze, per il 6-14. I Dragons avrebbero l’ennesima punizione per avvicinarsi ulteriormente ai Leoni, ma questa volta Botica colpisce il palo.  Il Benetton è sempre sul pezzo e va vicinissimo ad andare oltre la linea di meta avversaria, però Lamaro, dopo un buon varco trovato da Keatley e alimentato da Ruzza, arriva corto per pochissimo. E al 34′ i biancoverdi ottengono una punizione da posizione vantaggiosa, con Keatley che aggiunge altri tre punti per i suoi, ora avanti 17-6. Ad una manciata di secondi dal primo gong del Rodney Parade, Newport trova la prima meta grazie a una percussione di Reynolds che ricicla per Williams, il quale si invola a schiacciare l’ovale. Botica poi fissa il 13-17 con cui si conclude la prima frazione.
 Si ricomincia dopo l’intervallo e i biancoverdi hanno uno “start” ancora più lampo del precedente periodo. Difatti Petrozzi, subentrato al 40′ per Trussardi, sbuca da una maul e al 41′ consegna l’ovale ad Esposito che con una corsa supersonica si beve metà campo e gli avversari, sancendo la terza meta della serata dei Leoni. Keatley converte dalla piazzola. Al 48′ il flanker dei Dragons Keddie è ammonito per una pericolosa entrata di spalla in ruck su Halafihi. Il Benetton con Lamaro prima, e Halafihi poi, forza due turnover ai Dragons. I biancoverdi con una mischia poderosa ottengono inoltre un piazzato vicino ai pali dei gallesi. Allora il capitano trevigiano decide di convertire la punizione e mandare i suoi avanti di un doppio break (13-27) quando manca un quarto di gara. Treviso è ancora reattiva, lavora bene nei punti d’incontro e al 67′ conquista un’ulteriore punizione vantaggiosa. Keatley è preciso un’altra volta. La formazione di Newport ha però una reazione e al 69′ Talbot-Davies fissa la seconda meta dei Dragons, per il 20-30. Tuttavia i Leoni non demordono, ruggiscono ferocemente, tirano fuori gli artigli e al 74′ con un carrettino avanzante debordante vanno a timbrare la quarta meta, valida per il punto di bonus aggiuntivo, con il subentrato Faiva. Keatley è impeccabile dalla piazzola. La marcatura all’80 di Dee, non concretizzata dalla trasformazione di Robson, serve solo per il 25-37 finale a favore dei Leoni, che sbancano il Rodney Parade.     

DRAGONS-BENETTON 25-37

DRAGON 15 Will Talbot-Davies, 14 Jared Rosser, 13 Adam Warren, 12 Jack Dixon (73′ Connor Edwards), 11 Ashton Hewitt, 10 Jacob Botica (67′ Arwel Robson), 9 Rhodri Williams (C) (70′ Luke Baldwin), 8 Ollie Griffiths, 7 Taine Basham, 6 Harrison Keddie (59′ Lewis Evans), 5 Matthew Screech, 4 Joseph Davies (59′ Brandon Nansen), 3 Lloyd Fairbrother (70′ Chris Coleman), 2 Ellis Shipp (40′ Elliot Dee), 1 Josh Reynold (70′ Connor Maguire). All. Ryan.
BENETTON 15 Luca Sperandio , 14 Angelo Esposito (72′ Ian McKinley), 13 Ignacio Brex, 12 Marco Zanon (67′ Joaquin Riera), 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley (C) , 9 Charly Trussardi (40′ Luca Petrozzi), 8 Toa Halafihi, 7 Federico Ruzza, 6 Michele Lamaro (67′ Giovanni Pettinelli), 5 Eli Snyman , 4 Irné Herbst (78′ Marco Fuser), 3 Filippo Alongi (78′ Giuseppe di Stefano), 2 Tomas Baravalle (50′ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (50′ Federico Zani). All. Crowley
ARBITRO: Murphy (Irlanda)
MARCATORI: 4′ meta Sperandio tr. Keatley, 13′ meta Baravalle tr. Keatley , 18′ p. Botica, 23′ p. Botica, 34′ p. Keatley, 39′ meta Williams tr. Botica; 41′ meta Esposito tr. Keatley, 59′ p. Keatley, 67′ p. Keatley, 69′ meta Talbot-Davies tr. Robson, 74′ meta Faiva tr. Keatley, 80′ meta Dee.
NOTE 48′ cartellino giallo a Keddie. Trasformazioni: Dragons: 2/3 (Botica 1/1, Robson 1/2); Benetton Rugby: 4/4 (Keatley 4/4). Punizioni: Dragons: 2/3 (Botica 2/3) ; Benetton Rugby: 3/3 (Keatley 3/3). Man of the match Keatley.