Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo la Regione, la situazione sanitaria è sotto controllo

"NEL DECRETO MISURE SPROPORZIONATE PER IL VENETO"

Zaia chiede lo stralcio del blocco per Venezia, Padova e Treviso


VENEZIA - "Misure sproporzionate per la nostra area". Secondo la Regione Veneto, la situazione sanitaria nelle province di Venezia, Treviso e Padova non giustifica le restrizioni imposte a questi territori dal decreto varato dal governo per limitare la diffusione del coronavirus Sars CoV2,
Il presidente Luca Zaia ha inviato al governo una missiva con una serie di controdeduzioni. "Sulla base delle conclusioni scientifiche cui il comitato tecnico scientifico è giunto stanotte - spuega il governatore - ho chiesto lo stralcio del blocco deciso per le tre province di Padova Treviso e Venezia. A fronte di cluster circoscritti, e che non interessano in maniera diffusa la popolazione generale, non si comprende il razionale di una misura che appare scientificamente sproporzionata all'andamento epidemiologico".
Nella lettera accompagnatoria alle controdeduzioni si sottolinea come l'impegno dimostrato dal sistema sanitario regionale contrasti "con una misura di isolamento estremo dei territori individuati, che non ha avuto nessun confronto né scientifico né di lealtà istituzionale con i tecnici della Regione del Veneto".
Inoltre vengono riepilogate, con i dati aggiornati, le situazioni epidemiologiche nelle tre province da isolare. "Lo studio e la valutazione costante del trend dei casi e la ricerca dei contatti -spiega ancora Zaia -, oltre allo sforzo organizzativo per l'ospedalizzazione dei pazienti sia nei reparti di malattie infettive che in terapia intensiva, dimostrano l'impegno del sistema sanitario regionale".