Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sgomberata Geriatria: 32 persone trasferite a Vedelago

PRIMO PAZIENTE COVID GUARITO AL CA' FONCELLO DI TREVISO

Un'under 50 è ora negativo ed è uscito da Terapia Intesiva


TREVISO - Prima guarigione importante tra i pazienti Covid positivi dell’Ulss 2. Ieri mattina ha potuto lasciare l’Unità Operativa di Terapia Intensiva dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso un paziente under 50, tra i primi ad essere ricoverati nel reparto diretto dal dottor Farnia a seguito dell’emergenza coronavirus. L’uomo, indirettamente collegato al cluster di Geriatria, si è negativizzato al Covid e, stante il miglioramento delle sue condizioni, è stato trasferito in altro reparto del Ca’ Foncello.

La seconda notizia positiva che arriva sul fronte coronavirus riguarda lo svuotamento dell’Unità Operativa di Geriatria, dell’Ospedale di Treviso. Trentadue pazienti sono stati trasferiti in un'ala dedicata e isolata, rispetto al resto della struttura, del Centro di servizi “Civitas Vitae” di Vedelago. Un paziente Covid negativo è in fase di dimissione. Altri sei, sempre Covid negativi, saranno trasferiti in ortopedia.
Il trasferimento a Vedelago è stato effettuato dal Suem, che ha messo in campo una ventina di operatori e quattro ambulanze. Tutte le varie fasi del trasferimento dei pazienti così come la successiva degenza hanno visto e vedranno l’adozione delle necessarie precauzioni volte a evitare possibili contagi. Il Centro Servizi di Vedelago ha adottato tutte le procedure per il contenimento del rischio infettivo. Non esiste alcun motivo di preoccupazione per la popolazione.

Un supporto importante è arrivato dalle associazioni di volontariato che mentre gli operatori del Suem erano impegnati nello spostamento dei degenti della Geriatria, hanno garantito i trasporti sanitari ordinari. In serata il reparto di Geriatria sarà sanificato nella sua totalità (oltre alle stanze di degenza anche gli ambulatori e i locali tecnici).

“Agli operatori della Geriatria che con professionalità, grande senso di responsabilità e umanità nei confronti di pazienti e familiari hanno affrontato questo complesso periodo – sottolinea il direttore generale, Francesco Benazzi – va il mio più sentito ringraziamento a nome di tutta la Comunità, aziendale e territoriale. Il mio grazie va, anche, a tutti gli altri operatori che sono impegnati, in queste settimane, a gestire l’emergenza coronavirus”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica