Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Violazione del decreto del Presidente del Consiglio

CORONAVIRUS, A TREVISO DENUNCIATE 3 ATTIVITÀ E 7 PERSONE

Controlli di agenti in borghese e multe per chi non rispetta il Dpcm


TREVISO - Proseguono i controlli in città da parte della Polizia Locale di Treviso per il rispetto del Decreto del Presidente del Consiglio che vieta spostamenti non giustificati e la chiusura di bar, pizzerie, ristoranti e attività artigianali. Al termine della giornata di ieri, giovedì 12 marzo, il Comando di via Castello d’Amore ha registrato la denuncia di sette persone e di tre attività economiche: «Le sette denunce a carico di altrettante persone SOno state verbalizzate in quanto non vi era alcuna giustificazione da parte dei soggetti fermati per motivare la loro presenza sulle strade», spiega il comandante Andrea Gallo.
«Oltre al bar-tabaccheria denunciato nella mattinata di ieri, nel pomeriggio è stato deferito all’autorità giudiziaria anche il titolare di un altro bar, autorizzato a tener aperto come da decreto, perché non garantiva la distanza di un metro fra gli avventori. Inoltre è stato sorpreso un venditore di fiori con un banco nei pressi di un cimitero che continuava la propria attività. Per tutti è scattata la denuncia per violazione all'art. 650 del codice penale e, per i tre esercizi, la segnalazione alla prefettura per la sospensione dell'attività economica fino a 30 giorni».
Nella mattinata di oggi sono stati controllati tre supermercati e un ipermercato: «Le attività commerciali controllate questa mattina hanno messo in atto tutte le buone pratiche per garantire ingressi contingentati e distanza di un metro fra le persone», prosegue Gallo. «I controlli continueranno senza interruzione nei prossimi giorni con personale in borghese anche presso le attività già controllate».