Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Visite sospese, ma così i ricoverati colloquiaranno con i familiari

AL CA' FONCELLO VIDEOCHIAMATE CON I PARENTI A CASA

L'Ulss mette a disposizione tre smartphone


TREVISO - Piccole idee, grandi emozioni. Dare la possibilità ai pazienti in isolamento di parlare con i famigliari in questo periodo di emergenza non è cosa scontata. L’idea dell’Unità operativa complessa delle Professioni sanitarie, diretta da Alberto Coppe, è stata quella di dotare il reparto di malattie infettive e il reparto di Unità didattica infermieristica estensiva di tre telefonini aziendali per poter effettuare delle video chiamate, con l’aiuto degli operatori sanitari, con genitori, figli, nipoti impossibilitati alle visite in ospedale. “In questo momento ogni gesto può aiutare una persona ricoverata dal punto di vista emotivo e umano – sottolinea Coppe – Le prime videochiamate sono state un’esplosione di gioia per tutti generando anche tra noi un’autentica commozione che ci unisce per dare tutto il possibile ai nostri pazienti”.

La solidarietà non si ferma: si ricorda la decisione di convogliare le donazioni in un conto corrente della Regione Veneto. Il conto corrente ha le seguenti coordinate: IBAN IT 71 V 02008 02017 000105889030. Causale: Sostegno Emergenza Coronavirus, intestato a Regione del Veneto.