Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Uscire per questo motivo è consentito, nessun rischio nella donazione

"TREVIGIANI, OGGI PIÙ CHE MAI ANDATE A DONARE IL SANGUE"

L'appello dell'Avis Provinciale di Treviso


TREVISO - «Oggi più che mai dobbiamo andare a donare. Cari donatori e donatrici della provincia di Treviso, ma non solo, di tutto il territorio nazionale, abbiamo bisogno di tutti voi in questo momento critico: l’emergenza coronavirus non deve frenare le donazioni». Vanda Pradal presidente dell’Avis provinciale di Treviso rivolge un accorato appello a tutti gli avisini, una chiamata ad essere ancora più uniti e solidali per riuscire a soddisfare la richiesta di sangue che proviene dagli ospedali, chiamati a combattere l’emergenza coronavirus ma anche a garantire le trasfusioni per tutti i pazienti.

«Dobbiamo essere coesi e consapevoli del fatto che in Italia ci sono 1.800 persone che aspettano il nostro dono e ogni giorno devono essere trasfusi. Penso agli emofilici, a tutti i pazienti che hanno patologie con necessità di sangue, alle persone che vengono sottoposte a interventi chirurgici urgenti e indispensabili per salvare loro la vita. Noi dell’Avis dobbiamo continuare ad essere al loro fianco con il nostro dono» prosegue la presidente Pradal.

Attualmente le donazioni in provincia di Treviso hanno subito un calo del 20% circa e stanno continuando a calare, per questo è indispensabile invertire la rotta. Incidono in questa diminuzione la stagione influenzale alla quale si è aggiunta l’epidemia di Covid-19, per questo ora più che mai è fondamentale uno sforzo in più per sostenere la donazione e garantire il fabbisogno di sangue dei nostri ospedali.

«Donatori e donatrici, andate con serietà e responsabilità a donare il sangue- prosegue Pradal- Dobbiamo tenere conto delle normative, rispettare la distanza e andare al centro trasfusionale solo se in ottima salute. La sicurezza viene prima di tutto ed è garantita nei centri trasfusionali così come nelle nostre articolazioni organizzative».
La raccolta viene effettuata nei sei centri trasfusionali di Treviso, Oderzo, Conegliano, Vittorio Veneto, Castelfranco e Montebelluna. Per concordare e prenotare la donazione o candidarsi a effettuare l’idoneità alla donazione è sufficiente chiamare il numero 0422 405077. Questo è anche il recapito valido per informarsi sulla raccolta associativa che ogni domenica viene effettuata in sei sedi della nostra provincia. Per altre info. www.avisprovincialetreviso.it e pagina Facebook Avis Provinciale Treviso.

«Non abbiate paura donatori, siamo forti, siamo una squadra, siate bravi come sempre. Andate a donare».