Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato di Polizia chiede più sicurezza

TAMPONI ON THE ROAD IN TUTTO IL VENETO

La Polizia stradale è d'accordo, ma chiede tutela per gli agenti


TREVISO - "Un grazie al governatore Luca Zaia per come sta affrontando questa emergenza: è ottima la soluzione dei tamponi "on the road" ma come organo di Polizia chiediamo che questi vengano fatti con urgenza anche ai poliziotti in servizio su strada. Rischiamo la chiusura degli uffici se non isoliamo gli eventuali positivi: già la Polstrada di Vittorio Veneto è chiusa per quarantena, il rischio di avere meno poliziotti per strada è altissimo".
Sono queste le parole del sindacato di  Polizia del Veneto riguardo la decisione del governatore di aumentare i controlli a campione operando direttamente sulle strade. "Abbiamo letto con piacere che il Governatore - continuano i rappresentanti - sta partendo con il progetto dei tamponi “On the Road”, e per questo chiediamo a lui di poter inserire per primi i nostri colleghi che lavorano su strada al fine di isolare eventuali positivi e salvaguardare la funzionalità di interi uffici della Polizia di Stato".

"Non è questo il tempo di pensare ai numeri, alle statistiche. Dobbiamo salvaguardare noi stessi per essere pronti a rispondere “presente” a chi ha bisogno di noi. Siamo certi che tutti insieme supereremo questo momento garantendo la nostra qualificata presenza sul territorio premunendoci in primis di tutelare la nostra salute" .

"La gente può scegliere di rimanere a casa tranquilla, ma ci sono delle professioni che obbligano a lavorare ogni giorno, per questo chiediamo che inserisca nella lista delle priorità del tampone on the road le forze dell’ordine che lavorano su strada, in egual misura del personale sanitario. Auspichiamo altresì che da parte di taluni dirigenti che mirano ancora oggi alle statistiche, di far evitare inutili contatti ma che il personale delle pattuglie sia utilizzato nel caso di richieste d’aiuto. Controlli si ma quando saremo dotati tutti di mascherine FFP3, occhiali di protezione e guanti" concludono.