Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato di Polizia chiede più sicurezza

TAMPONI ON THE ROAD IN TUTTO IL VENETO

La Polizia stradale è d'accordo, ma chiede tutela per gli agenti


TREVISO - "Un grazie al governatore Luca Zaia per come sta affrontando questa emergenza: è ottima la soluzione dei tamponi "on the road" ma come organo di Polizia chiediamo che questi vengano fatti con urgenza anche ai poliziotti in servizio su strada. Rischiamo la chiusura degli uffici se non isoliamo gli eventuali positivi: già la Polstrada di Vittorio Veneto è chiusa per quarantena, il rischio di avere meno poliziotti per strada è altissimo".
Sono queste le parole del sindacato di  Polizia del Veneto riguardo la decisione del governatore di aumentare i controlli a campione operando direttamente sulle strade. "Abbiamo letto con piacere che il Governatore - continuano i rappresentanti - sta partendo con il progetto dei tamponi “On the Road”, e per questo chiediamo a lui di poter inserire per primi i nostri colleghi che lavorano su strada al fine di isolare eventuali positivi e salvaguardare la funzionalità di interi uffici della Polizia di Stato".

"Non è questo il tempo di pensare ai numeri, alle statistiche. Dobbiamo salvaguardare noi stessi per essere pronti a rispondere “presente” a chi ha bisogno di noi. Siamo certi che tutti insieme supereremo questo momento garantendo la nostra qualificata presenza sul territorio premunendoci in primis di tutelare la nostra salute" .

"La gente può scegliere di rimanere a casa tranquilla, ma ci sono delle professioni che obbligano a lavorare ogni giorno, per questo chiediamo che inserisca nella lista delle priorità del tampone on the road le forze dell’ordine che lavorano su strada, in egual misura del personale sanitario. Auspichiamo altresì che da parte di taluni dirigenti che mirano ancora oggi alle statistiche, di far evitare inutili contatti ma che il personale delle pattuglie sia utilizzato nel caso di richieste d’aiuto. Controlli si ma quando saremo dotati tutti di mascherine FFP3, occhiali di protezione e guanti" concludono.