Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato di Polizia chiede più sicurezza

TAMPONI ON THE ROAD IN TUTTO IL VENETO

La Polizia stradale è d'accordo, ma chiede tutela per gli agenti


TREVISO - "Un grazie al governatore Luca Zaia per come sta affrontando questa emergenza: è ottima la soluzione dei tamponi "on the road" ma come organo di Polizia chiediamo che questi vengano fatti con urgenza anche ai poliziotti in servizio su strada. Rischiamo la chiusura degli uffici se non isoliamo gli eventuali positivi: già la Polstrada di Vittorio Veneto è chiusa per quarantena, il rischio di avere meno poliziotti per strada è altissimo".
Sono queste le parole del sindacato di  Polizia del Veneto riguardo la decisione del governatore di aumentare i controlli a campione operando direttamente sulle strade. "Abbiamo letto con piacere che il Governatore - continuano i rappresentanti - sta partendo con il progetto dei tamponi “On the Road”, e per questo chiediamo a lui di poter inserire per primi i nostri colleghi che lavorano su strada al fine di isolare eventuali positivi e salvaguardare la funzionalità di interi uffici della Polizia di Stato".

"Non è questo il tempo di pensare ai numeri, alle statistiche. Dobbiamo salvaguardare noi stessi per essere pronti a rispondere “presente” a chi ha bisogno di noi. Siamo certi che tutti insieme supereremo questo momento garantendo la nostra qualificata presenza sul territorio premunendoci in primis di tutelare la nostra salute" .

"La gente può scegliere di rimanere a casa tranquilla, ma ci sono delle professioni che obbligano a lavorare ogni giorno, per questo chiediamo che inserisca nella lista delle priorità del tampone on the road le forze dell’ordine che lavorano su strada, in egual misura del personale sanitario. Auspichiamo altresì che da parte di taluni dirigenti che mirano ancora oggi alle statistiche, di far evitare inutili contatti ma che il personale delle pattuglie sia utilizzato nel caso di richieste d’aiuto. Controlli si ma quando saremo dotati tutti di mascherine FFP3, occhiali di protezione e guanti" concludono.