Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'istruzione non si ferma

LA SCUOLA IN VIDEOCONFERENZA

Il passaggio al digitale di ENAC Veneto di Treviso


TREVISO - L’intero monte ore che veniva svolto normalmente in classe viene ora svolto mediante le videoconferenze. Questo completo passaggio al digitale è la risposta che la Scuola di Formazione Professionale ENAC Veneto dell’Istituto Canossiano di Treviso ha dato per essere in linea con le misure di contenimento del Coronavirus Covid-19.
L’opportunità che si sta offrendo ai propri studenti è di continuare ad apprendere attraverso forme di didattica a distanza intesa non solo come attribuzione di compiti da svolgere ma come lezione sincrona in audio/video conferenza.
Dopo un breve periodo di formazione i docenti, a partire da lunedì 9 marzo, hanno trasmesso integralmente lezioni di materie culturali e professionali durante le sei ore scolastiche giornaliere.
Sfruttando il software Teams messo a disposizione dalla scuola, gli insegnanti hanno potuto interagire all’interno di aule virtuali con gli studenti connessi da casa tramite microfono, webcam e chat, condividendo con loro le proprie conoscenze, spiegazioni e i materiali multimediali adattati e allestiti in breve tempo per meglio rispondere alle nuove esigenze della didattica online.
Malgrado siano evidenti le differenze e limiti rispetto alla didattica in presenza e la consapevolezza che ci vorrà del tempo per prendere familiarità con questa modalità, l’aver garantito un servizio a pieno regime e con qualità rappresenta un grande risultato per la Scuola e il suo impegno per stare vicino ai propri studenti e al passo con i cambiamenti.
Tale risultato non sarebbe stato possibile senza il fondamentale contributo della direzione, dei docenti, degli studenti e delle famiglie che si sono dimostrati particolarmente disponibili, un’unica squadra ricettiva e pronta difronte a questa nuova sfida.
 
Il prof. Giacomo Pavan
L’impegno è quello che le lezioni continueranno a svolgersi regolarmente fintantoché questo periodo di isolamento non cesserà e professori e alunni potranno tornare a rivedersi, viso a viso, a stare insieme nella stessa aula dove si crea quello scambio di rapporti e informazioni che è l’alchimia della lezione scolastica con cui nessuna videoconferenza può competere.

Il direttore Andrea Michielan
Alla difficoltà e all’emergenza abbiamo cercato di reagire sfruttando e imparando nuove tecnologie, che ci stanno consentendo di mantenere il contatto con gli studenti.
Lo sforzo è notevole ma pensiamo di dover fare la nostra parte fino in fondo in questa sfida collettiva, per stare vicino ai nostri allievi e cercare di continuare a dare gli stimoli culturali ed educativi che la scuola deve offrire.