Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva eseguito l'ultima visita 10 giorni fa, pazienti monitorati

NESSUN OSPITE DELLE CASE DI RIPOSO DI TREVISO POSITIVO AL CORONAVIRUS

Contagiato, però, un medico in servizio allo Zalivani


TREVISO - Nessuno degli ospiti delle case di riposo del comune di Treviso, ad oggi, manifesta sintomi di infezione dal Covid 19. A comunicarlo è l'Israa, l'ente che gestische le strutture.
E' però risultato positivo un medico attivo alla residenza Zalivani: il professionista è in quarantena obbligatoria. I due infermieri che hanno collaborato con lui sono in quarantena preventiva volontaria.
Il medico ha visitato dieci giorni fa dieci anziani di un solo nucleo, munito di mascherina protettiva. Tutti i suoi pazienti sono costantemente monitorati e i familiari sono stati avvertititi, ad oggi, tuttavia, non emergono segnali preoccupanti, spiega sempre l'Israa.

L’ente ha predisposto, qualora dovesse verificarsi un caso di contagio, un piano di emergenza per ogni residenza, individuando un’area chiusa dove ospitare in isolamento eventuali casi positivi al test tampone. Le indicazioni date ai lavoratori che operano nelle residenze sono di assentarsi con effetto immediato da lavoro, in quarantena volontaria preventiva, a fronte della presenza di sintomi influenzali. E’ inoltre fatto obbligo agli stessi di segnalare al proprio medico di fiducia la propria situazione o chiamare ai numeri telefonici predisposti per il Covid 19 affinché chi di competenza metta in atto tutte le procedure previste.