Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Il nostro impegno è garantire liquidità per sopperire alle esigenze delle imprese"

"NE USCIREMO CAMBIATI, MA MIGLIORATI"

Il messaggio agli imprenditori del presidente della Camera di commercio


TREVISO - "Il Coronavirus sta rallentando le economie di tutto il mondo creando un nuovo ritmo a cui ci dobbiamo adeguare, ma che anche che ci stimola ancora di più a cambiare il nostro modello di fare impresa". Lo dichiara il Presidente della Camera di Commercio Mario Pozza. "Se prima alcune modalità digitali potevano anche essere rimandate, ora la dimestichezza con il web, l’e-commerce, il telelavoro o smart working sono indispensabili per continuare a fare business" sollecita il presidente.

Pozza vuole inviare un messaggio a tutti gli imprenditori della Marca: "Il nostro sistema camerale, ora più che mai, sta stimolando il Governo e i ministeri di competenza, a rispondere alle esigenze che il mondo impresa sollecita attraverso le associazioni di categoria e le testimonianze dirette che raccolgo ogni giorno. Cari imprenditori, Vi voglio ringraziare, per i consigli che ci date con la vostra diretta esperienza di vissuto in tutti i settori dell’economia, delle tante telefonate che ricevo, per sapere, conoscere condividere. Stiamo creando una rete, la rete sociale che tutti ci invidiano e che da sempre ha saputo far fronte a tutte le crisi e creare grandi successi".
"Faccio parte della task force di Unioncamere nazionale, con i miei colleghi delle altre camere di commercio d’Italia - continua -. Dialoghiamo con il Governo e i ministeri di competenza per far arrivare la vostra voce. Avete sentito a livello governativo sono stati messi a disposizione 25 miliardi con il decreto Marzo “Cura Italia2. 10 miliardi per lavoro: sostegno all'occupazione per difesa occupazione e del reddito; 3,5 miliardi per sanità e protezione civile e altri operatori pubblici; 3 miliardi per lavoro autonomo; 85 milioni per la didattica della scuola. Ricordo inoltre che il Mef ha procrastinato le scadenze fiscali e tra i 10 miliardi dedicati a sostegno all'occupazione per difesa occupazione e del reddito, c’è la cassa integrazione anche per le aziende con un solo dipendente. Tutto è stato calato per la dimensione delle nostre piccole imprese perché abbiamo portato la vostra voce, la voce di voi imprenditrici e imprenditori che fate grande la nostra economia".
"Ne usciremo da tutto questo e ne usciremo cambiati, ma sicuramente migliorati – continua il presidente – certe dinamiche economiche hanno dimostrato la loro fragilità come la supply chain, l’approvvigionamento da paesi lontani, si è visto che ha creato fragilità al nostro sistema produttivo interno, così possiamo dire che va tutto ripensato. Assieme alle categorie economiche ci stiamo lavorando".
Per quanto riguarda le pratiche export abbiamo istituito una task force regionale con le nostre organizzazioni, il Nuovo Centro Estero veneto, Promex e Unioncamere Veneto a cui potete segnalare le problematiche export causate da coronavirus. Chiamateci, sapremo rispondere con un’organizzazione che devo dire sta rispondendo con assoluta celerità all’emergenza".
Anche la stessa organizzazione camerale si è adeguata: "I nostri uffici camerali sono stati da subito riorganizzati e su 126 dipendenti 100 stanno lavorando in smart working e tutti i servizi essenziali sono garanti o online o con gli sportelli, previa l’attenzione all’accesso alle sedi e alla richiesta di appuntamento, come trovate descritto nel sito. Sottolineo il fatto , e ringrazio tutti, perché sono stati messi online i numeri di cellulare dei dirigenti e dei responsabili per darvi una pronta risposta per risolvere le problematiche che riguardano le pratiche seguite dalla Camera di Commercio.  Noi stiamo lavorando in smart working, io come imprenditore sto utilizzando il lavoro in remoto perché le attività della mia azienda non si fermino. Sto lavorando per attivare canali e-commerce perché la catena dei rifornimenti non blocchi i processi aziendali.
Ci sono soluzioni veloci e in questo momento grazie a “Solidarietà digitale” – indica Pozza - ci sono piattaforme messe a disposizione gratuitamente per l’arco di tempo imposto dalle restrizioni di legge.  I nostro punti PID sono a vostra disposizione, non mancate di chiamarli perché è adesso che tutto il mondo si sta rallentando e c’è il tempo per cambiare il modo di fare impresa.
I nostri canali di comunicazione www.tb.camcom.gov.it e www.trevisobellunosystem.com e i loro canali facebook e Twitter, sono quotidianamente aggiornati, il primo con tutte le informazioni amministrative che l’ente gestisce per voi imprese e il secondo per tutte le informazioni selezionate dai centri d’informazione delle istituzioni provinciali, regionali e dei ministeri e dell’Unione europea per darvi informazioni accreditate e veloci, per scelte strategiche vincenti aggiornate con i provvedimenti in atto nel mondo.
Una dedizione riconosciuta al mondo dell’impressa veneta è che ogni dipendente è come un componente della nostra di famiglia. Proprio per questo, date ancora maggiore attenzione ai provvedimenti per garantire la salute di tutti: usate le mascherine, tenete le distanze di sicurezza da un dipende e l’altro, mettete a disposizione i detergenti per una pulizia frequente delle mani, se avete raffreddore o tosse fermate il dipendente o fermatevi per recuperare meglio e quanto prima.
Non ci fermiamo e tutto andrà avanti comunque, come abbiamo sempre saputo fare. Forza!"