Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Benazzi favorevole ai controlli a tappeto

IL VIRUS COLPISCE ANCHE I GIOVANI

Nelle Marca 24 pazienti ricoverati tra i 60 e i 65 anni


TREVISO - Il Coronavirus non colpisce solamente gli anziani. E nessuno di noi è immune al virus. Per questo è necessario adottare tutte le misure di sicurezza e, potendo, rimanere a casa.
L’Ulss 2 Marca Trevigiana ha raccolto i dati dei ricoverati per Covid 19 e ha notato che su 2014 ricoverati, 97 hanno più di 80 anni, 48 sono nella fascia 75 / 80; 14 ricoverati hanno tra i 70 e i 75 anni, e altri 14 tra i 65 e i 70. Ben 24 ricoverati hanno tra i 60 e i 65 anni, e 7 pazienti sono al di sotto dei 60 anni.
Il virus attacca tutti, anche le persone sotto i 60, ed è pericoloso per chi presenta già altre patologie, per gli immunodepressi e i malati oncologici, che devono restare a casa. La preoccupazione del direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi è che tra poco si abbasserà la curva dei contagi negli anziani e si alzerà quella dei giovani. Per cui le raccomandazioni sono sempre le stesse: evitare i contatti, stare a casa, lavarsi bene le mani, se possibile usare mascherina e guanti. Benazzi sostiene anche la decisione di Zaia di fare controlli a tappeto e di sottoporre tutti al tampone, in modo da isolare i positivi asintomatici mettendoli in quarantena, e sconfiggere poi questo violento virus.