Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Benazzi favorevole ai controlli a tappeto

IL VIRUS COLPISCE ANCHE I GIOVANI

Nelle Marca 24 pazienti ricoverati tra i 60 e i 65 anni


TREVISO - Il Coronavirus non colpisce solamente gli anziani. E nessuno di noi è immune al virus. Per questo è necessario adottare tutte le misure di sicurezza e, potendo, rimanere a casa.
L’Ulss 2 Marca Trevigiana ha raccolto i dati dei ricoverati per Covid 19 e ha notato che su 2014 ricoverati, 97 hanno più di 80 anni, 48 sono nella fascia 75 / 80; 14 ricoverati hanno tra i 70 e i 75 anni, e altri 14 tra i 65 e i 70. Ben 24 ricoverati hanno tra i 60 e i 65 anni, e 7 pazienti sono al di sotto dei 60 anni.
Il virus attacca tutti, anche le persone sotto i 60, ed è pericoloso per chi presenta già altre patologie, per gli immunodepressi e i malati oncologici, che devono restare a casa. La preoccupazione del direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi è che tra poco si abbasserà la curva dei contagi negli anziani e si alzerà quella dei giovani. Per cui le raccomandazioni sono sempre le stesse: evitare i contatti, stare a casa, lavarsi bene le mani, se possibile usare mascherina e guanti. Benazzi sostiene anche la decisione di Zaia di fare controlli a tappeto e di sottoporre tutti al tampone, in modo da isolare i positivi asintomatici mettendoli in quarantena, e sconfiggere poi questo violento virus.