Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Chi meglio di loro può comunicarci speranza in questo momento?"

"RIEMPIAMO LA FABBRICA DEI DISEGNI E DEI VIDEO DEI NOSTRI BAMBINI"

L'appello di Gribaudi (Keyline) ai figlii e nipoti dei dipendenti


CONEGLIANO - Un appello ai propri dipendenti perché raccolgano disegni o video che raccontino come i loro figli o nipoti stanno vivendo l’emergenza Corona virus. Lo ha lanciato Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica di Keyline, l’azienda di Conegliano che produce chiavi e macchine duplicatrici. “Negli incontri che sto avendo in questi giorni con quanti dei nostri collaboratori sono al lavoro in fabbrica avverto come sia importante trasmettere positività e speranza. E chi meglio dei bambini può comunicarci tutto questo? I piccoli – spiega Gribaudi, che è madre di sei figli – sono sempre stati per me maestri di resilienza. Raccogliere i loro messaggi e i loro sogni per poi condividerli in fabbrica può esserci di grande aiuto ad affrontare quello che ci attende. Faranno parte della nostra storia”.
Nei prossimi giorni, disegni, video o altro materiale che verrà raccolto, saranno messi a disposizione di tutti nella bacheca e nei canali comunicativi aziendali. “L’idea mi è venuta osservando alcuni disegni, che conservo nel mio ufficio, realizzati dai figli o nipoti di nostri dipendenti che mi hanno conosciuto in occasione di qualche festa od evento aziendale. Mi sono chiesta: visto che stiamo scrivendo una pagina importante della nostra storia perché non lasciare traccia delle nostre emozioni affidandoci a chi ha sicuramente la capacità di cogliere quei dettagli che a noi adulti oggi magari sfuggono? Sono certa che i bambini sapranno stupirci”.
A proposito di stupore: Gribaudi racconta di essere rimasta sorpresa della grande solidarietà che è scattata in questi giorni in azienda e nelle sedi che Keyline ha all’estero. “Abbiamo avuto un cliente che, confermando il suo ordine, ha voluto pagarci in anticipo e un nostro collega della filiale di Shanghai che, ricambiando quanto avevamo fatto noi all’insorgere dell’emergenza in Cina, ci ha spedito duemila mascherine, pagandole di tasca propria. Sono piccoli gesti che ci commuovono e ti riempiono di motivazione”.