Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al banco del triage del Ca' Foncello di Treviso

SI FINGE MEDICO RUBANDO IL CAMICE DAGLI ARMADIETTI

Individuato e denunciato un 33enne di origini serbe travestito da dottore


TREVISO - Si era finto dottore indossando un camice sottratto in un armadietto ad un medico. Sulla targhetta la scritta “medico d’urgenza”. Se ne stava nei pressi del banco del triage del Pronto Soccorso del Ca’ Foncello di Treviso, ma non è un medico, il 33enne serbo che è stato individuato e arrestato ieri. Il giorno precedente quest’uomo, residente ad Arzignano, in provincia di Vicenza, era finito nei guai a Pordenone per resistenza a pubblico ufficiale, ma era stato scarcerato in attesa del processo per direttissima. Ieri era all’interno dell’ospedale di Treviso, travestito da medico. Era riuscito a trovare l’occorrente negli armadietti degli spogliatoi dei medici: camice, pantaloni, zoccoli, mascherina. Un travestimento che però ha destato sospetti perché era l’unico medico nella sala del pronto soccorso vuota, all’alba. Quando sono arrivati i carabinieri lui si trovava a fianco della postazione del triage. Alla richiesta di esibire un documento, ha dato un nome falso, e così è stato denunciato per sostituzione di persona e per aver fornito false generalità.