Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Esame rapidissimo, risultato in 20 minuti

TEST IMMEDIATO CON IL KIT CHE ARRIVA DALLA CINA

Anticorpali monoclonali che consentono di individuare i positivi al Covid-19


TREVISO - Sono in arrivo dalla Cina i kit anticorpali monoclonali che consentono di individuare i positivi al Covid 19 con un esame del sangue rapidissimo: la risposta nel giro di 20 minuti.
Una puntura sul dito, e dal campione di sangue il nuovo kit rivelerà l’eventuale presenza degli anticorpi del Covid 19, e cioè, se il corpo colpito dal virus, ha sviluppato le sue difese. Questo servirà a capire se si è ancora positivi al coronavirus o se si è stati contagiati pur non avendo sviluppato sintomi.
I kit stanno arrivando anche nella Marca confidando che non si ci siano intoppi alle dogane. L’utilizzo di questi kit aprirà la via ad un nuovo sistema di monitoraggio e individuazione della positività.
La Regione Veneto vorrebbe arrivare a 400 mila dotazioni in breve tempo. Un monitoraggio che potrebbe limitare il raggio d’azione del virus e che verrà a costare molto meno. Il prezzo del kit è molto più vantaggioso rispetto a quello dei tamponi usati fin’ora, oltre al fatto che l’aspetto più importante è l’immediatezza del risultato. E quindi il contenimento più tempestivo del contagio.
Si ricorda che il virus spesso non si manifesta palesemente su certi soggetti che però sono portatori e pericolosi per altre persone.
All’Ulss 2 di Treviso quindi sta arrivando dalla Cina una consistente partita di questo kit che ci si augura rivoluzioni il monitoraggio dei contagiati.