Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'istruzione ai tempi del Coronavirus

ANNO SCOLASTICO VALIDO ED ESAMI REGOLARI

Ancora 1,6 milioni di ragazzi senza didattica dal 4 Marzo


TREVISO - Continuano per la maggior parte dei bambini e ragazzi italiani le lezioni scolastiche a distanza. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina non parla della riapertura delle scuole vista la situazione attuale dei contagi in Italia.
Per ora le scuole restano chiuse, e malgrado il Coronavirus l’attività scolastica, non in aula, bensì online, prosegue, con tutte le sue difficoltà.
Nel frattempo si pensa già a come si svolgeranno gli esami di maturità quest’anno. Commissione interna e presidenti esterni. Questa è l’ipotesi che circola da giorni e probabilmente sarà la soluzione migliore per limitare spostamenti e contatti.
“A scuola si tornerà se e quando, sulla base di quanto stabilito dalle autorità sanitarie, le condizioni lo consentiranno”, queste le parole della ministra dell’istruzione. L’esame di maturità sarà regolare e serio, non ci saranno sconti né percorsi agevolati. L’anno scolastico sarà valido dal punto di vista legale anche se i giorni effettivamente svolti sono inferiori al numero stabilito per legge e se le lezioni a distanza aumentano le differenze nell’apprendimento.
Si pensi che sono rimasti senza scuola 8,3 milioni di studenti. In 6,7 milioni sono stati in qualche modo raggiunti dai professori e stanno seguendo le lezioni, ma sono 1,6 milioni i bambini e ragazzi rimasti ancora senza didattica, dal 4 marzo. Una situazione veramente complicata che si aggiunge all’obbligo dell’isolamento e si aggrava nei casi di bambini problematici, affetti da patologie, che hanno bisogno di essere seguiti e invece possono contare solo sull’aiuto dei genitori, sempre se in questo momento non lavorano.