Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ora scatteranno i controlli se possono rientrare nelle deroghe

APERTE NONOSTANTE IL DECRETO, LA CGIL SEGNALA 12 AZIENDE ALLA PREFETTURA

Visentin: "Rispettare la legge a tutela della salute di tutti"


TREVISO - La CGIL trevigiana ha segnalato ieri, venerdì 27 marzo, alla Prefettura di Treviso una lista di aziende del territorio che non risponderebbero alla normativa sulla chiusura delle attività produttive prevista dal Decreto del Governo del 22 marzo. Aziende, secondo il Sindacato, non conformi alla fattispecie per le quali è consentita la prosecuzione dell’attività avendo i requisiti di strategiche e essenziali in questa fase.

Un passaggio questo con la Prefettura previsto dal Decreto del Governo al fine di monitorare l’applicazione della normativa sul territorio provinciale e che vede coinvolto il Sindacato attraverso l’azione delle Rappresentanze dei Lavoratori nelle aziende e nelle fabbriche. Sono una dozzina le segnalazioni portate all’attenzione della Prefettura che dovrà verificarne la conformità rispetto alla normativa in vigore al fine di contrastare la diffusione dell’epidemia da Covid-19.

Nel segno della collaborazione tra Istituzioni e Parti Sociali, sarà la Prefettura stessa a informare periodicamente i Sindacati delle comunicazioni ricevute dalle imprese e dei provvedimenti presi. Lo scopo comune, come previsto dalla direttiva nazionale, è quello di assicurare la funzionalità della attività delle filiere produttive autorizzate dalla legge, nonché dei servizi di pubblica utilità e di quelli essenziali e comunque funzionali a fronteggiare l’emergenza.

“Crediamo in questa collaborazione con la Prefettura al fine di svolgere al meglio un ruolo di rilievo in questo momento che non è solo quello di monitorare il territorio e vigilare sulla corretta applicazione della legge sul contenimento dell’epidemia – afferma Mauro Visentin, segretario generale CGIL Treviso –, ma anche quello di compiere appieno il compito proprio del Sindacato, ovvero quello di tutelare lavoratori e cittadinanza. E quale tutela è più importante oggi se non quella della vita e della salute di tutti. Per questo nessuno può sgarrare o fare il furbo”.