Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Prosegue anche la raccolta fondi a favore degli ospedali veneti

VALDOBBIADENE, LA CONFRATERNITA DONA 10MILA MASCHERINA

La distribuzione a domicilio iniziata da stamattina


VALDOBBIADENE - La Confraternita di Valdobbiadene dopo aver aperto un conto corrente per la raccolta di fondi da destinare agli ospedali veneti, dona diecimila mascherine. Un gesto di solidarietà concreto per far fronte all’emergenza Covid-19. Sono in distribuzione a Valdobbiadene diecimila mascherine acquistate dalla Confraternita, unitamente alla sua Fondazione. Una iniziativa utile e preziosa, quanto lo sono in questo periodo i dispositivi di sicurezza di base: “Trovare una mascherina era diventata un’operazione difficile - spiega il Gran Maestro Enrico Bortolomiol –. Per converso è imperativo utilizzarla qualora si esca di casa, pena l’incolumità personale e della propria famiglia”. Venendo incontro a una necessità urgente, la Confraternita ha allora cercato, operazione non semplice, un’azienda produttrice, trovata infine nel padovano, dalla quale sono state acquistate le mascherine. Si tratta di dispositivi multiuso, realizzati con tessuto idrorepellente. Il materiale, sterile, sarà consegnato alla popolazione in confezioni sottovuoto di due mascherine. “Era desiderio dei confratelli tutti – prosegue Bortolomiol - dimostrare nel concreto la nostra vicinanza alle famiglie di Valdobbiadene, le quali stanno reagendo all’emergenza Coronavirus in modo encomiabile e con profondo senso civico. Abbiamo pensato alle mascherine, considerata la difficoltà del loro reperimento. È la prima barriera contro il virus e nessuno deve esserne sprovvisto”. Confraternita e Fondazione hanno messo sul piatto cinquemila euro per diecimila mascherine, che sono già state consegnate all’amministrazione comunale, la quale le sta distribuendo con l’aiuto della Protezione Civile: “Non posso che ringraziare di cuore la Confraternita di Valdobbiadene – afferma il sindaco Luciano Fregonese -. Le mascherine sono preziose in questo periodo, essendo merce rara, e l’approvvigionamento arriva giusto in tempo, perché avevamo appena esaurito le scorte della Regione. È ora vengono recapitate brevi manu, a domicilio: “Una macchina organizzativa che lavora in silenzio e in modo efficiente”, aggiunge Fregonese. La Confraternita appena una settimana fa aveva aperto una sottoscrizione per raccogliere fondi da destinare agli ospedali del territorio: “Faccio appello alla generosità dei valdobbiadenesi – conclude il Gran Maestro –. Anche un piccolo contributo vale molto”. I versamenti vanno effettuati nel conto corrente appositamente aperto presso la filiale di Valdobbiadene di Volksbank e intestati a: Confraternita di Valdobbiadene IBAN: IT37 V058 5662 1501 0057 1442 606 - Causale: Sostegno Emergenza Coronavirus.
Diego Berti