Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Plafond per sostenere stipendi e pagamenti

DIECI MILIONI DI EURO PER GLI ARTIGIANI DA CENTROMARCA BANCA

Interessati 2.800 soci del Mandamento Confartigianato di Treviso


TREVISO - È sempre più forte nel Paese la preoccupazione per il futuro a causa dell’emergenza Coronavirus. Oltre all’allarme sanitario, crescono i timori per le conseguenze economiche derivate dalle azioni di contenimento, effetti che rischiano di segnare profondamente tutto il territorio.
A risentirne maggiormente sono proprio le piccole imprese artigiane. CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia, considerata la particolare criticità che si sta affrontando, ha previsto interventi per tutte le imprese ed attivato strumenti straordinari che ne garantiscano la liquidità, mettendo a disposizione dei 2.800 soci del Mandamento Confartigianato di Treviso un plafond esclusivo del valore di 10 milioni di euro.
“Conosciamo perfettamente le difficoltà che stanno vivendo i nostri associati in queste ultime settimane di emergenza da COVID-19 - fa sapere Ennio Piovesan, Presidente di Confartigianato Imprese Treviso - vorremmo che nessuno si sentisse solo, specie in un momento di grande instabilità come quello che stiamo attraversando.
A tal proposito l’Associazione si sta adoperando per fornire agli artigiani e alle loro aziende servizi, informazioni e supporti necessari. Fra le soluzioni economiche urgenti che abbiamo messo in campo, ci sono anche condizioni di finanziamenti davvero vantaggiose, tramite CentroMarca Banca e il Consorzio Veneto Garanzie” - conclude Piovesan.
“Oggi è fondamentale affrontare con razionalità e serietà la situazione, attenendosi alle indicazioni delle autorità sanitarie e degli organi di governo. Il territorio, le nostre imprese e noi tutti stiamo combattendo una battaglia durissima contro questa emergenza senza precedenti - commenta il Direttore Generale di CentroMarca Banca, Claudio Alessandrini -.
È doveroso, in primis da parte nostra, attraverso queste iniziative, sostenere l’economia reale che necessita di liquidità immediata, al fine di provvedere ai pagamenti dei costi fissi, delle scadenze mensili di stipendi, affitti e fatture. Anche questa volta, uniti, usciremo più forti” - conclude Claudio Alessandrini.
“La situazione è difficile - dichiara il Presidente di CentroMarca Banca, Tiziano Cenedese – e la preoccupazione del mondo delle imprese nei confronti dell’evoluzione di questo fenomeno, i cui tempi rimangono incerti, è sempre più acuita. Grazie a queste collaborazioni, con le Associazioni del territorio, si evince la nostra volontà di dare segnali concreti mettendo a disposizione strumenti per permettere alle aziende di affrontare questo momento di instabilità”.
“Le imprese si trovano in una grave tensione di liquidità - afferma il Presidente di Consorzio Veneto Garanzie Mario Citron –poiché, a fronte di un crollo verticale del fatturato, esse devono comunque sostenere costi fissi di importo rilevante. Con il rischio che realtà economiche finora solide e in bonis diventino ora insolventi a causa della situazione contingente. È per questo che abbiamo pensato ad un prodotto che assicuri alle aziende nuovi prestiti”.