Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

IN ARRIVO A PADOVA ALTRE SALME PROVENIENTI DA BERGAMO

L'esercito trasporta le salme non si riescono a cremare negli impianti locali


PADOVA - Ieri a Padova sono giunte su camion militari provenienti da Bergamo 25 bare delle vittime del Coronavirus.
Vista l'emergenza di questa città straziata dal virus, queste salme non riescono più a essere cremate negli impianti locali e quindi tramite l'Esercito Italiano vengono portate in altri impianti crematori.
Le 25 salme sono arrivate a Padova presso il Cimitero Maggiore intorno alle 16.45, sono state accolte dal Sindaco Sergio Giordani, dall'assessora Francesca Benciolini, da Don Marco Cagol in rappresentanza della Diocesi di Padova oltre che da un picchetto d'onore della Polizia Locale di Padova e dei Carabinieri del Comando Provinciale di Padova. Persone mancate senza la vicinanza dei loro cari e senza poter avere nessuno al seguito del corteo funebre.

Padova si prepara ad accogliere un altro centinaio di feretri provenienti da Bergamo per essere cremati.

Il secondo corteo funebre arriverà oggi con una trentina di bare, e il Comune di Padova ha già dato l'ok per altri trasporti nei prossimi giorni, da concordare in base alle esigenze del centro lombardo e alla disponibilità di altri forni crematori.

Ad accogliere i feretri, come ieri, ci sarà una delegazione di autorità civili, militari e religiose guidata dal sindaco Sergio Giordani. Prima di essere cremati, i defunti riceveranno una benedizione.